fbpx
17 Luglio 2019
Ville&Casali
casa elettra lezzerini
Progetti

Un Relais nella Maremma

All’interno di un oliveto secolare, alle porte dello splendido borgo di Castagneto Carducci, in provincia di Livorno, il paesaggio e i profumi di un mare poco distante, incontrano la campagna più genuina regalando un paesaggio unico e meraviglioso. Terra di grandi vini di Bolgheri, questo angolo di Maremma è un “pezzo” d’Italia ricco di eccellenze territoriali, una particolarità ben nota al proprietario della struttura, esperto di turismo e già operante in questo settore, che ha da subito intuito le grandi potenzialità del podere, e che per questa ragione ha deciso di trasformarlo in un piccolo resort – oggi Relais dei Molini –. È nato così un luogo di pace e di relax dove godere della bellezza della natura e dove concedersi una pausa di benessere dalla frenesia del quotidiano.

La progettazione e produzione degli interni, dei grandi spazi outdoor e degli elementi decorativi che ben compongono la facciata, è stata affidata all’azienda Garden House Lazzerini.

Il lungo iter autorizzativo riguardante gli aspetti urbanistici e strutturali è stato curato dallo studio Stefano Lucchesi.

La Garden House Lazzerini ha scelto di farne una struttura per l’ospitalità e si è dovuta confrontare con la non facile gestione e creazione, in poco spazio (circa 30 metri quadrati), di una serie di ambienti comuni. La riprogettazione studiata nel dettaglio ha portato alla riuscita realizzazione di una sala colazione, una cucina, un bancone buffet e un angolo camino, tutti realizzati su misura.

Una sfida vinta per Garden House Lazzerini, che ha ben ricomposto e ricucito le maglie degli ambienti preesistenti realizzando un spazio comune unico estremamente accogliente e conviviale, funzionale e pratico al contempo, in cui le dimensioni ridotte dello spazio sono passate in secondo piano rispetto alla qualità e alla praticità con cui l’insieme è stato ben risolto.

Lo studio Garden House Lazzerini ha realizzato interni chiari e luminosi.

Lo spazio, sia nelle zone comuni sia nelle camere, è stato completato con materiali locali, come il travertino scelto per i pavimenti, la pietra naturale toscana, il legno massello e il ferro battuto zincato, componenti che oltre a dare una perfetta continuità fra interno ed esterno, hanno contribuito a creare una grande armonia d’insieme. Spostandosi dalla zona giorno verso le camere da letto anche qui troviamo una grande coerenza con il territorio nella scelta delle finiture interne, ogni suite è stata studiata nel minimo dettaglio, con arredi realizzati su disegno e arricchita da un ambiente esterno di pertinenza, all’interno del quale troviamo arredi realizzati su disegno in pietra e ferro battuto, da cui si può godere della bellezza della natura circostante.

Ogni elemento è stato scelto dentro un progetto ecosostenibile di filiera a KM 0. Il risultato finale ha dato vita a un progetto omogeneo e soprattutto biocompatibile, in osmosi perfetta con la cornice territoriale che lo ospita, che riesce a combinare molto bene la tradizione toscana con lo studio e l’innovazione tecnica più attuale.

Consulta la scheda deIlo studio Garden House Lazzerini

Altre letture consigliate

A Padova un edificio anni ’50 diventa una villa green

Redazione Ville&Casali

Dolce far niente nella casa di Noto

Roberto Begnini

Il verde che va di moda: 9 proposte di arredo

Claudia Schiera