Contrasti materici

di Redazione Ville&Casali

Contrasti materici

Sul litorale laziale, una villa d’epoca deturpata da vecchi interventi poco illuminati, è stata oggetto di un interessante progetto di recupero che guarda al contemporaneo

A Terracina, in provincia di Latina, l’architetto Gianpiero Lucarelli si è occupato del restauro di una villa storica e del ridisegno degli interni. L’intervento, partito dalla comprensione di ciò che restava del manufatto originario, è stato “impegnativo e al contempo estremamente stimolante” racconta l’architetto che è partito con il restauro della villa per poi proseguire con il radicale restyling degli ambienti. All’interno la grande dimora era stata ristrutturata, non molto tempo fa, con un intervento ‘in stile’. Un progetto discutibile sia dal punto di vista formale, sia dal punto di vista funzionale che aveva lasciato poco spazio al passato e aveva compromesso gli interni originali di cui era rimasto poco o nulla.

Pubblicità
Contrasti materici

Unica traccia erano alcune porte, nuovamente inserite e ricollocate come vero e proprio ‘reperto storico’ della dimora antica. Ripulite dalla nuova vernice, sono state mantenute grezze e portano volutamente visibili gli strati delle coloriture che nel tempo si sono susseguite. “L’assenza di elementi storici da recuperare e rileggere ci ha suggerito l’idea di lasciare a vista una parte della muratura: unica testimonianza della collocazione nel tempo dell’edificio” spiega Lucarelli. Così la grande parete che percorre lo spazio in altezza lungo un lato e su cui poggia la scala, cuce letteralmente e idealmente i due living posizionati al piano terra e al primo piano. Un segno tangibile della storia che è diventato la spina dorsale della dimora e il segno distinguibile dell’intero intervento progettuale.

Articolo pubblicato sullo Speciale Architetti 2022

Continua a leggere sulla rivista digitale

© Riproduzione riservata.