Pubblicità
Pubblicità

Architettura Versiliese

di Redazione Ville&Casali

Architettura Versiliese
Foto di Marco Carloni

A Marina di Pietrasanta, in provincia di Lucca, la progettazione di una villa in dialogo con le dimore del luogo è un’interessante ricerca compositiva a metà fra passato e futuro

È nato dalla completa demolizione di un edificio preesistente degli anni ’60, in una area vincolata e di pregio di fronte al “Parco della Versiliana” ex proprietà di D’Annunzio, il progetto architettonico di questa dimora affidato all’architetto Jacopo Muzio. La nuova casa, prevista con un aumento di volumetria, è un edificio mono familiare di circa 160 metri quadrati che nella forma lineare e compatta si ispira alle ville versiliane costruite durante gli anni trenta, ma anche ai cascinali auto costruiti dell’immediato entroterra e ai colori delle pinete e della sabbia tipiche del luogo. Progettata con elementi di bio architettura e con strutture antisismiche è stata studiata rivoluzionando l’impianto planimetrico tradizionale della residenza e la gerarchia delle sue facciate. Sulla strada sono stati collocati: l’ingresso, i servizi, le scale e la loggia, creata per isolare la casa dal rumore del passaggio.

Pubblicità
Architettura Versiliese
Foto di Marco Carloni

Il prospetto principale, pensato verso il giardino retrostante, con loggia, bow window aggettante e struttura in legno brise soleil è stato qui collocato per creare un rapporto diretto fra la zona giorno e l’esterno; i due prospetti laterali offrono viste inedite verso le pinete circostanti limitando così gli affacci verso il vicinato. Al primo piano, ogni camera presenta due finestre ad angolo, create per garantire frescura agli ambienti e una vista sui giardini circostanti. Per i pavimenti dell’intera casa sono state scelte delle formelle artigianali di cotto senese a pasta chiara; la copertura realizzata a falde tradizionali è stata prevista con solai di legno rivestiti con tegole in coppo senese chiaro. Per i rivestimenti esterni della casa sono stati scelti mattoni artigianali faccia a vista color sabbia, uniti a inserti e pavimentazioni in travertino senese, mentre per le logge si è optato per intonaco colorato in tinta con le facciate.

Articolo pubblicato sullo Speciale Architetti 2022

Continua a leggere sulla rivista digitale

© Riproduzione riservata.