Ecolibera, ville ad energia autonoma

di Redazione Ville&Casali

A pochi minuti da Asti, nella frazione Castiglione, è pronto il primo insediamento di abitazioni autosufficienti in classe energetica A4.

Pubblicità

Il progetto si chiama Ecolibera e offre una soluzione abitativa libera dai vincoli economici e orientata all’autarchia attraverso la trasformazione dell’energia elettrica in ogni possibile declinazione.

Addio quindi ai combustibili fossili e spazio all’unica sorgente di energia pulita, quella del fotovoltaico.

I pannelli LG forniscono fino a 20kWp di potenza in grado di supplire all’intero fabbisogno elettrico e termico. Tre batterie domestiche Tesla Powerwall fanno da accumulatori; funzionano in modo integrato con i pannelli fotovoltaici per immagazzinare l’elettricità in eccesso generata durante il giorno e renderla disponibile quando necessario per l’energia notturna domestica e la mobilità elettrica.

Il riscaldamento è a pompa di calore con distribuzione a pavimento. Le soluzioni tecnologiche adottate consentono quindi di abbattere sensibilmente il fabbisogno energetico grazie all’elevata efficienza dell’edificio e degli impianti, oltre a massimizzare l’autoproduzione energetica e l’autoconsumo.

L’idea è stata concepita da Finlibera Spa, società con sede a Milano attiva nel settore immobiliare con i brand Ecolibera e milanostanze.it, realizzata su progetto dello studio Marco Scaglione Architetto e costruzione a cura dell’impresa edile Cerruti Fratelli srl.

Il complesso Country Due prevede 11 ville, di cui tre già costruite, disponibili in diverse metrature, dai 140mq ai 185mq più locali di servizio, box e terreno piantumato dai 550mq ai 1000mq.

Pierpaolo Zampini, CEO di Finlibera Spa e vice Presidente di Tesla Owners Italia”]Un investimento che si recupera dai 6 agli 8 anni, a seconda dei consumi e che garantisce una durata nel tempo: basti pensare che acquistando oggi si bloccano i costi energetici al 2019 grazie all’acquisto del fotovoltaico per i prossimi 40 anni e delle batterie per anche oltre 15 anni; cambiarle nel 2035 costerà poco, rispetto a oggi.

Ce lo spiega Pierpaolo Zampini, con Dario Mortini fondatore, CEO di Finlibera Spa e vice Presidente di Tesla Owners Italia. L’abitazione, quando la normativa lo consentirà, potrà essere scollegata dalla rete elettrica.

Nell’attesa, si potrà vendere il surplus energetico, in alternativa al poco conveniente GSE, alle abitazioni vicine e utilizzare la tecnologia Vehicle To Home (VTH) per utilizzare le auto elettriche nel box come batterie aggiuntive per la casa.

Approfondimenti:

Scopri il territorio, leggi Monferrato da Scoprire

© Riproduzione riservata.

Contenuto Sponsorizzato.

Abbonati online

fino al 50% di sconto

100 Idee per Ristrutturrare Digital Edition 100 Idee per Ristrutturrare Apple App Sore 100 Idee per Ristrutturrare Google Play Store

Digital Edition

Disponibile su browser, tablet e mobile app iOS e Android.

Offerta Prova

3 numeri a soli 2,99 €

save papersave paper

Edizione Cartacea
+ Digital Edition

Scegli la comodità del cartaceo con in più la versione digitale.

Abbonati Ora

1 anno a soli 33,00 €

Partner

I più letti

Nuova vita per una masseria

La ristrutturazione dell’edificio principale di Borgo...

Armonia pugliese

Nell’atmosfera avvolgente che caratterizza la splendid...

Una villa a Porto Cervo da abitare a piedi nudi

Ispiratasi al progetto dell’Aga Khan in Costa Smeralda...

casale ristrutturato umbria

Design in un casale ristrutturato tra gli ulivi

A cinque minuti dalla città di Perugia, dopo aver varca...

Cabine doccia senza telaio: tutti i vantaggi del design minimal

I box doccia odierni sono disponibili in varie forme e...

Ville&Casali su Instagram