Finestre di qualità per vivere meglio

di Redazione Ville&Casali

Il vademecum Internorm per scegliere nuove finestre con consapevolezza e informazioni utili: la vita felice in casa comincia anche da qui

Cerchiamo il meglio in ogni strumento e oggetto della nostra vita quotidiana: vogliamo una bella macchina, comoda e sicura, il telefono di ultimissima generazione. Certo, c’è anche chi dà valore alle cose più datate, ma l’ambito dove tutti sono più o meno concordi nel ricorrere alle tecniche più evolute per vivere meglio è la casa, il luogo dove si riposa, sempre più spesso si studia e si lavora, e dove si condivide la vita con le persone care. Anche le finestre non si sottraggono a questa attenzione nei confronti di una qualità globale e non è un caso che nel periodo di lockdown tra marzo e maggio 2020, molte persone abbiano visitato il sito Internorm per informarsi sulla possibilità di migliorare la casa con nuovi infissi. Ecco qui di seguito alcuni capisaldi per valutare la qualità di una finestra.

Il potere isolante, un fattore essenziale

l livello di qualità dei migliori infissi in PVC e in legno alluminio, è legato a un dato tecnico: il valore Uw, misurato in W/m²k, che indica il livello di trasmittanza termica del serramento, cioè la sua tendenza a trasmettere da un lato all’altro il calore in eccesso. Deve essere più basso possibile, per ottenere alcune tra le caratteristiche che definiscono le finestre di qualità: la possibilità di mantenere un alto livello di comfort interno sia d’inverno che d’estate, abbattendo i consumi energetici per riscaldare e raffrescare la casa e limitando anche l’emissione di sostanze nocive nell’ambiente.
Normalmente un valore più basso di 1 è buono, mentre più ci si allontana da 1 a crescere, arrivando a 1,5 o 2, meno il serramento consente un isolamento eccellente. Sotto 1 l’isolamento è invece molto buono e può arrivare fino a 0,60/0,70 per serramenti che possono essere utilizzati nelle case passive, cioè prive di fonti di riscaldamento a combustibile.
Quindi, per sapere se si è di fronte a finestre di qualità dal punto di vista dell’isolamento, occorre conoscere questo dato, che per ogni serramento deve essere dichiarato, e riferito al livello massimo cui può arrivare un serramento con opportuno vetraggio. Ciò perché il valore Uw è il risultato di diversi valori che si riferiscono anche al telaio e al tipo di vetri applicato.

Finestre attente alla sicurezza

Non significa solo sicurezza anti-effrazione, ma anche dagli infortuni. I vetri delle finestre possono rompersi, anche se oggi devono essere temperati. Tutti i modelli Internorm vanno oltre i requisiti di legge, adottando la tecnica del vetro incollato lungo tutto il perimetro del telaio che, al tentativo di rottura, non si stacca dalla sua sede e quindi non può essere causa di ferimenti. Se la causa della rottura è un tentativo di effrazione, lo sforzo per aprirsi un varco nel serramento è di gran lunga maggiore e di solito induce a desistere, soprattutto se al serramento è applicato un sistema di allarme perimetrale. La tecnica di incollaggio perimetrale del vetro Fix-O-Round di Internorm è un vero e proprio sistema antifurto. A determinare la sicurezza di un serramento è anche la ferramenta nascosta, meno esposta all’attacco diretto, che in tutti i modelli Internorm è di serie. Con l’esclusiva tecnologia I-tec Secure di Internorm, e la ferramenta che equipaggia di serie la finestra KF520, inoltre, siamo di fronte a vere e proprie innovazioni tecnologiche.

La finestra è bella (se la ferramenta non si vede)

Internorm offre 4 stili architettonici diversi e questa attenzione a vari gusti è già un indiscutibile segnale di qualità. Inoltre, una finestra con la ferramenta nascosta è certamente meglio di una con gli stessi elementi a vista. Guardando una finestra Internorm si avverte subito un taglio diverso, più moderno in una finestra moderna, più accattivante in una finestra tradizionale, perché non vedere la ferramenta contribuisce ad esaltare le forme lineari o sinuose e a mettere in evidenza le doti estetiche del materiale.

Qualità è anche varietà di scelte

Oggi che i prodotti sono sempre più intelligenti, le finestre non sono da meno. Ed è la gamma di opzioni possibili a fare la differenza. Una finestra può montare un dispositivo di ricambio dell’aria nell’ambiente, magari in bagno, oppure avere un sistema oscurante integrato da installare in camera da letto, magari può servire una bella finestra scorrevole che faccia da parete intera in un ambiente che dà sul giardino, con le stesse finiture delle finestre nel resto della casa. Nella gamma Internorm, questa ampiezza di soluzioni è assicurata, sia dal punto di vista funzionale, sia per le tecnologie relative all’isolamento, che arrivano a modelli che possono costituire la base progettuale di una casa priva di fonti di riscaldamento a combustibile.

Per approfondire

www.internorm.com
www.finestreinternorm.it

© Riproduzione riservata.

Contenuto Sponsorizzato.

Partner

I più letti

Una villa racchiusa in un colpo d’occhio

Ristrutturata dall’architetto Stefano Dorata con la co...

Piscine d’autore

Edilfarepiscine si conferma miglior Pool’s specialist...

Arredi esclusivi in Toscana

Un itinerario che parte da Firenze, la culla della cul...

Grandi orizzonti

Una villa in Gallura mostra una sorprendente architett...

Come arredare l’antibagno: normative e idee

L'antibagno è una zona molto particolare della casa, di...

Ville&Casali su Instagram