Pubblicità
Pubblicità

Luce senza confini

di Alessia Forte

Luce senza confini
La lampada Multi-Lite disegnata nel 1972 da Louis Weisdorf si libera dei fili. La nuova versione wireless diventa più compatta e integra una funzione dimmer a tre livelli

Preziose compagne pronte a seguirci ovunque, le lampade portatili liberano la luce senza rinunciare a bellezza e performance. Per un abitare in continuo movimento

Su l terrazzo o in giardino, in salotto o in camera da letto, sul tavolo di un ristorante o di un hotel. Non ci sono limiti ai luoghi in cui possono trovare spazio le lampade portatili. Progettate per essere trasportate a mano e accompagnarci con facilità in tutti i nostri spostamenti, queste lampade sono infatti leggere nei volumi e compatte nelle forme.

Luce senza confini
L’abat-jour si spoglia di ogni decoro con Whisper. Realizzata principalmente in alluminio riciclato, la lampada è pensata in un’ottica green

E, per ricaricarle, è sufficiente appoggiarle su una base oppure alimentare la loro batteria interna con un cavo Usb. Caratteristiche che le rendono estremamente versatili e, dunque, grandi alleate dell’abitare contemporaneo, sempre più fluido e nomade…

Articolo pubblicato su Ville&Casali di marzo 2024

Continua a leggere sulla rivista digitale

© Riproduzione riservata.