22 ottobre 2018
Ville&Casali
Interni

Ristrutturare il bagno: quali rivestimenti scegliere?

L’energia di settembre contagia anche le scelte per la casa. L’inizio dell’autunno può diventare così un buon momento per fare piccole migliorie o intraprendere ristrutturazioni. Ad esempio, si può ristrutturare il bagno. Facendosi magari ispirare dalle collezioni di inizio stagione e dalle ultime tendenze viste in fiere internazionali come Cersaie a Bologna. Se design ed estetica sono fondamentali, non bisogna però tralasciare caratteristiche funzionali come la facilità di pulizia e la durabilità. Ecco dunque qualche indicazioni sui materiali più utilizzati per rivestire il bagno.

Marmo, per un bagno classico o moderno

Elegante e raffinato per antonomasia, un rivestimento in marmo è in grado di rendere sofisticata ogni stanza da bagno, grazie alle sue venature che ne rendono ogni taglio un pezzo unico. È inoltre un materiale molto versatile e, a seconda di come viene lavorato, può dare un tocco classico o moderno. Molto resistente e solido, è tuttavia anche delicato. Per farlo durare a lungo e preservarlo dalle macchie è quindi consigliato effettuare un trattamento protettivo.

Versatile e funzionale: il gres porcellanato

Diventato di tendenza negli ultimi anni, il gres porcellanato è fra i migliori rivestimenti in commercio per il bagno. Bello, resistente e soprattutto pratico. Essendo molto poco poroso non assorbe l’acqua, perciò è adatto a rivestire anche le zone doccia. E poi è incredibilmente versatile. Prodotto in un’ampia gamma di formati e finiture, può infatti riprodurre verosimilmente l’aspetto di materiali come il marmo, la pietra, il cemento o il legno. Scelta ideale se hai in mente di la ristrutturare il bagno.

Cemento resina per ristrutturare il bagno in un lampo

Ideale per una ristrutturazione lampo è il cemento resina. È adatto sia ad interni che ad esterni, ma la caratteristica impermeabilità lo rende particolarmente efficace in bagno. Si può applicare direttamente sulle pareti, magari anche per coprire un rivestimento preesistente, consentendo così interventi molto rapidi. Inoltre, essendo una finitura da applicare manualmente, i risultati ottenuti sono sempre unici e possono essere facilmente personalizzati con l’aggiunta di pigmenti e additivi.

Corian: contemporaneo e rilassante

Per una stanza da bagno dall’aspetto contemporaneo e nello stesso tempo caldo e rilassante, quel che ci vuole è il Corian. Un materiale di nuova generazione che consente di ottenere superfici uniformi, senza giunzioni e fughe, piacevoli al tatto e setose. Può essere utilizzato sia come rivestimento che per creare veri e propri elementi di arredo, come ad esempio un lavello. In più è antibatterico, resistente agli urti e facile da pulire. Ideale per ristrutturare il bagno di casa tua.

Per approfondimenti:
su Cersaie
sull’arredo bagno

Vuoi realizzare una spa in casa? Leggi “La spa in casa: sauna, idromassaggio e bagno turco per il benessere domestico

Altre letture consigliate

Bagno d’autunno: fra urban style e neoclassico

Giorgia

La spa in casa: sauna, idromassaggio e bagno turco per il benessere domestico

Giorgia

Il bagno: da zona di servizio a luogo di relax e benessere

Sara Perro