Pubblicità
Pubblicità

Porte filo muro: quasi invisibili o decorative

di Redazione Ville&Casali

Versatili e funzionali, le porte per interni filo muro di Ermetika sono la risposta contemporanea e minimal alle soluzioni classiche

Le porte filo muro sono comparse qualche anno fa grazie al processo creativo che ha spinto le tendenze dell’interior design verso aperture il più discrete possibili. Questo principio di mimetizzazione, che non interferisce sull’aspetto funzionale del prodotto, ha viaggiato di pari passo con la creazione di ambienti che guardano all’essenziale, per raggiungere un’atmosfera calma e tranquilla all’interno delle abitazioni. Con lo scopo di fondere porta e parete, il telaio in alluminio estruso, grazie a specifici accorgimenti tecnici, è integrabile nella muratura tradizionale o nelle strutture di cartongesso. Versatili e mimetiche, le porte filo muro Ermetika permettono al progettista di creare spazi senza porre limiti alla sua creatività, come si vede in alcuni interessanti progetti.

Equilibrio stilistico

Nel progetto di un’abitazione a Corato, in Puglia, dove l’esigenza era quella di equilibrare il rapporto tra elementi storici e moderni, la scelta delle porte raso muro si è dimostrata vincente, come sottolinea l’Interior designer Marianna Lotito: “Installate nelle versioni battenti e scorrevoli, le nuove porte sono state affiancate a quelle antiche esistenti. Il risultato finale è il collegamento tra due stili di architettura che si completano.

Continuità di finiture

In alcuni casi, la porta filo muro detta lo stile dell’abitazione, ed è “la chiave della scoperta, un elemento che si integra con il contesto, che cela un vano, creando sorpresa nel fruitore” dice l’architetto Loredana Marvulli di MesStudio 327 che, nella ristrutturazione di un

appartamento a Bari, ha scelto di tinteggiare le aperture come la muratura in toni caldi del beige e del bianco latte. Per non interrompere la continuità formale delle stanze, il battiscopa è stato applicato sul pannello-porta

Se la parete è una “tela bianca”

Nella Casa Orizzonte, firmata da Gnb Studio, le porte Ermetika, che si mescolano con il bianco delle tramezzature diventando quasi impercettibili, sono state utilizzate per

rafforzare il linguaggio architettonico. Qui, i progettisti si sono focalizzati sul principio della “tela bianca” dove le porte devono essere il più discrete possibile, fondendosi con l’ambiente e facendo risaltare al meglio le altre componenti della casa.

Estetica flessibile

Un altro interessante esempio dell’applicazione dei modelli filo muro Absolute Evo e Absolute Swing di Ermetika, è progetto di DL2 Studio a Roma: la Casa MS per una giovane coppia. I progettisti hanno optato per l’applicazione di porte filo muro prevalentemente bianche come la muratura. Un’interessante prova della flessibilità di questa tipologia di prodotto si osserva nella camera da letto dove la porta a battente è stata tinteggiata da un lato per raccordarsi con l’ambiente del soggiorno e rivestita con la carta da parati nel lato interno per non interrompere l’armonia dello spazio.

Scoprite di più sulle diverse varianti di prodotto sul sito Ermetika.

Per approfondire

www.ermetika.com
www.facebook.com/Ermetika
www.instagram.com/ermetikasrl

© Riproduzione riservata.

Contenuto Sponsorizzato.

Partner

I più letti

A picco sul mare

Una proprietà elegante ed esclusiva con vista che spazi...

Una casa dialoga con il mare siciliano e un’antica torre

Gli architetti dello studio POSE architecture di Palerm...

Un modo personale di tornare a casa

Coming Home. Loberon aiuta a creare e vivere a fondo un...

vivere in un fienile

Vivere in un fienile trasformato in una dimora da sogno

Un edificio in pietra e sassi, tipico delle Langhe, ris...

Una villa con patio domina il verde

A Padova, l’architetto Filippo Coltro ha realizzato est...

Ville&Casali su Instagram