fbpx
12 Settembre 2019
Ville&Casali
Interni Primo Piano

Interni in pietre naturali: la bellezza che resiste

La pietra è un materiale dalla grande personalità, da cui l’uomo trae ispirazione per realizzazioni uniche, e che se posato in maniera adeguata è di eterna bellezza, anche grazie a moderne e semplici tecniche di manutenzione.

Oggi il committente richiede un prodotto esclusivo che stupisca e si confronta con aziende creative. C’è un ritorno all’utilizzo di lastre di grande formato.

Silvio Xompero, presidente di Margraf

Le aziende investono in tecnologia: macchine da taglio a controllo numerico, in grado di realizzare qualsiasi lavorazione tridimensionale, alcune brevettate dallo stesso Xompero.

Brevettata è anche la tecnica che utilizza Nerosicilia, racconta l’amministratore delegato Biagio Amarù, per riportare la pietra lavica dell’Etna alla sua temperatura originale di 1300.

Per lavorare, attraverso la curva di cottura, sulla sua colorazione: da grigio chiaro iniziale a un grigio scuro, fino al nero. Una porta aperta per la fantasia di designer e architetti.

Biagio Amarù, amministratore delegato di Nerosicilia

Oppure l’unicità del prodotto la offre la storia, come nel caso della roccia calcarea bianca del ragusano.

Migliaia di anni fa, per via di un surriscaldamento del sottosuolo, la roccia si è impregnata di olii petroliferi, diventando color nocciola. Questa oggi è la pietra pece.

Biagio Amarù, amministratore delegato di Nerosicilia

Ecco 9 idee per arredare casa con la pietra naturale:

1. NEROSICILIA

Textone di Nerosicilia crea superfici di pietra lavica decorate attraverso un processo di serigrafia. Le serie sono due, per un totale di dieci motivi: cinque della collezione iRicami, che utilizza antichi pizzi, e cinque di iTessuti, con disegni più floreali o più geometrici.

Visita il sito web di Nerosicilia

Altre letture consigliate

Una freschissima tavola di primavera

Silvia Quaranta

Rinnovare casa: 5 idee per portare la primavera in casa

Silvia Quaranta

Cuscini ornamentali, per rinnovare senza stravolgere

Silvia Quaranta