fbpx
24 Agosto 2019
Ville&Casali
Country hotel

Castelli al sud: il posto ideale dove sposarsi

I castelli al sud sono il posto ideale dove sposarsi, ma non solo. E il loro uso in questo senso è legato ad un fenomeno di recupero di edifici cominciato diversi anni fa. Non è la prima volta che parliamo di castelli utilizzati come hotel e residenze di charme. Qui trovi un articolo per approfondire. 

Nel 2008, per esempio, le case del centro storico, gli agriturismi e i casali del borgo di Morigerati (Salerno) e della sua unica frazione Sicilì, furono messi in rete per formare il “Paese Ambiente”. Un comune di 700 abitanti ritornò così a rinascere grazie a questo modello di accoglienza “familiare”.

Ma il primo immobile tra i castelli al sud (e forse il primo caso in Italia) a essere dedicato all’ospitalità diffusa fu proprio il castello di Morigerati. Le signorine Clorinda e Modestina Florenzano, due maestre elementari, ideatrici del Museo Etnografico, ospitavano già negli anni Ottanta nella mansarda interna del loro appartamento viaggiatori colti, ai quali preparavano anche i piatti tipici locali, soprattutto i fusilli realizzati a mano con i ferri. La dimora storica del Trecento è abitata ancora dalla signorina Clorinda Florenzano, oggi 96enne, e da alcuni eredi, ma non offre più ospitalità da tempo. Oggi i manieri dell’Italia meridionale, soprattutto per le loro caratteristiche architettoniche medievali (doppia cerchia muraria e fossato) sono stati trasformati in strutture ricettive dal grande fascino e prestigio, che vivono di ospitalità ma anche di eventi come matrimoni da favola.

Come testimoniano i seguenti esempi. Dal 2010, il castello di Semivicoli, in Abruzzo, nel Comune di Casacanditella (Chieti), a metà strada fra il litorale adriatico e il massiccio della Maiella, è entrato a far parte di Les Collectionneurs, importante community di albergatori, ristoratori e viaggiatori, presieduta dal noto chef francese Alain Ducasse. E dire che la dimora patrizia di proprietà della famiglia Masciarelli, delle omonime tenute, era stata trasformata solo un anno prima, nel 2009, in 11 camere e suite. Le attività di ospitalità ed eventi rappresentano una percentuale fondamentale per l’andamento del castello, oltre la metà del fatturato, e sono in costante crescita. Pacchetti soggiorno ed eventi sono “cuciti” su misura del cliente. Non manca la grande fetta dedicata alla vendita del vino nello shop del castello. Fra le novità in programma, eventi a tema, teatro, e tour enogastronomici alla scoperta dell’Abruzzo. È una delle location più apprezzate per sposarsi, vista la posizione incredibile.

Il castello di Falconara, facente parte del circuito dell’Associazione Dimore Storiche Italiane, nel territorio di Butera, su un promontorio circondato dal verde, è l’unico tra i manieri della provincia di Caltanissetta ad affacciarsi sul mare. Risalente al XV secolo, ampliato e rafforzato nel corso del tempo, mantenne la sua funzione di vigilanza contro le incursioni dei pirati fino a tutto il XVIII secolo. La torre, nucleo originario del castello, oltre a difendere le attività di un piccolo ‘caricatore’, faceva parte del circuito difensivo costiero dell’isola. Gli ambienti conservano collezioni di ceramiche, dipinti e trofei di caccia, mentre nel parco, progettato dal celebre architetto Ernesto Basile nel 1893, si ammirano rare specie vegetali.

Per una vacanza che abbina un mare cristallino alla cultura, è invece molto gettonato il castello De Viti de Marco di Casamassella, a Uggiano la Chiesa (Lecce), nel cuore antico del Salento. La costa, infatti, dista pochi chilometri e si raggiunge con facilità, così come Otranto, uno dei borghi più belli d’Italia. Le sue origini risalgono al XIII secolo quando, sotto il regno di Carlo d’Angiò, fu eretto come residenza fortificata. All’origine dotato di fossato e ponte levatoio, conserva ancora, dopo numerosi rifacimenti volti a ingentilirne la struttura, l’aspetto dell’antica fortezza. Fa anch’esso parte dell’Associazione Dimore Storiche Italiane.

di Alessandro Luongo

Altre letture consigliate

Cortili Aperti a Milano: ville e giardini da visitare

Silvia Quaranta

Ville e castelli: i 10 più incredibili da visitare secondo Lonely Planet

Silvia Quaranta

Dimore storiche: il 19 maggio 400 aperture straordinarie

Silvia Quaranta