fbpx
11 Novembre 2019
Ville&Casali
Cantine Primo Piano

Villa Santo Stefano: eccellenza vinicola e olearia

È il 2001 quando il top manager tedesco Wolfgang Reitzle acquista “Villa Bertolli” con l’idea di convertirla in una semplice casa per le vacanze. Ma le origini del territorio, un’area sommersa dal mare fino a 300 milioni di anni fa quindi ricca di minerali marini e ceneri vulcaniche, ispirano Wolfgang e la moglie Nina Ruge che, rinominata la villa in onore della vicina pieve del IX sec., danno vita all’azienda agricola Villa Santo Stefano.

Così nasce l’azienda agricola Villa Santo Stefano.

Scoperto il patrimonio unico di cui dispongono, i proprietari puntano all’eccellenza nell’attività vinicola e olearia e coinvolgono i migliori esperti del settore. I risultati non tardano ad arrivare e oggi la produzione raggiunge oltre 35 mila bottiglie tra vino rosso, bianco e rosé con nomi soavi: Loto, Sereno, Gioia e Luna.

La produzione vanta anche 2 mila litri di uno squisito olio extravergine di oliva DOP, vincitore di diversi premi per la sua eleganza e finezza. La tenuta accoglie gli ospiti negli splendidi annessi con piscina, dove è possibile trascorrere incantevoli soggiorni settimanali immersi nel silenzio, degustando i prodotti dell’azienda.

Altre letture consigliate

Un amore di casa al Greenwich Village di New York

Paola Pianzola

Una villa a Forte dei Marmi dà lezioni di stile

Marcella Guidi

Villa mediterranea con tocchi orientali

Marcella Guidi