fbpx
12 Settembre 2019
Ville&Casali
terrazza da sogno
Idee

Terrazza da sogno sotto il cielo di Madrid

Ambientata in un paesaggio naturale fantastico, questa villa con terrazza da sogno vista cielo, è un vero e proprio gioiello di design.

Un mix irresistibile quello creato dall’architetto Fran Silvestrear a Madrid: una villa a due piani con terrazza panoramica che si estende per l’intera larghezza dell’edificio.

Per enfatizzarne l’effetto, il primo piano è rivestito in pannelli di alluminio, mentre il piano terra è pavimentato in marmo.

La grande terrazza crea una piacevole zona d’ombra sul patio e la piscina.

Contrasti eleganti dalla terrazza da sogno

Grazie ai materiali usati e alle proporzioni la villa si fonde con grande armonia all’ambiente boschivo circostante.

Entrambi i piani presentano pareti di vetro che si affacciano sulla piscina. La terrazza sul tetto dispone anche di una balaustra in vetro senza cornice, in modo da non interrompere la vista.

Sulle altre tre facciat, piccole finestre offrono scorci del giardino e degli alberi circostanti.

L’interno è luminoso e minimale e il marmo bianco, con cui è pavimentato l’intero edificio,  è abbinato a pareti bianche e contrastato da arredamenti in nero.

Per rendere ancora più luminosa l’intera struttura, l’architetto ha progettato una scala nell’atrio con illuminazione dall’alto che collaga i due piani principali con un livello interrato.

Dalla scala e dall’atrio centrale interno si distribuiscono le camere in modo che tutti gli spazi si aprano sul giardino e siano ugualmente luminosi e funzionali.

Uno spazio open space al piano terra ospita il salotto, la cucina e la zona pranzo.

Al piano di sopra, posizionate sui lati nord e sud per proteggere da occhi indiscreti, si trovano tre camere con bagno che conducono alla terrazza.

La camera padronale si estende per il resto del piano ed è dotata di uno spogliatoio e un bagno con un piccolo lucernario.

 

 

Foto prese dal sito di Fran Silvestrear Arquitectos
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Altre letture consigliate

Un open space al centro di Madrid

Roberto Paulo Prall