fbpx
20 Settembre 2019
Ville&Casali
Firenze
Idee

Firenze: ritorno al futuro

Viaggio di ritorno è il libro di Ilaria Guidantoni, per i tipi di Oltre Edizioni, pienamente incentrato su una delle città più famose e amate al mondo: Firenze. Ce la racconta una scrittrice nata a Firenze e “strappata” troppo presto alla sua città. Il suo viaggio di ritorno qui, dopo essersi “persa” nel Mediterraneo, è una scoperta e riscoperta.

A spasso per la storia

Un cammino iniziatico nell’indole dei suoi abitanti, attraverso un percorso musicale, letterario e soprattutto gastronomico, tra cibi caratteristici, luoghi d’incontro e l’immancabile mercato centrale; oltre che le feste e le ricorrenze per una filologia emozionale. Ogni capitolo apre una quinta su un indirizzo nel tempo e nello spazio.

Ritornare a Firenze

Culla del Rinascimento, ma anche città piena di stimoli, Firenze è la protagonista indiscussa della nostra arte e cultura, ma anche meta, punto di riferimento, melting-pot e città che attira e richiama. Il volume ci conduce in una passeggiata lunga un secolo, dal 1913 al 2013, dalla nascita di Vasco Pratolini che ha raccontato il popolo, l’impegno politico e sociale, la stagione del neorealismo di oltre mezzo secolo al ritorno di Firenze “capitale”, con uno sguardo al domani.

Firenze, da cuore del Rinascimento a città chiusa su se stessa, con lo sguardo rivolto al passato, alla gloria cristallizzata nei musei e nei palazzi, un po’ imbastardita e impoverita, oggi abitata da turisti più che da cittadini, nutrita da una dialettica sconnessa tra bottegai, una sinistra dalla cultura spesso polverosa e intirizzita nel passato e una borghesia seduta sulle glorie che furono… e la voglia di tornare ad essere capitale.

 

  • Titolo: Viaggio di ritorno
  • Autore: Ilaria Guidantoni,
  • Editore: Oltre Edizioni
  • Prezzo: 14 euro.

 

 

 

 

Altre letture consigliate

Artigianato e Palazzo: cento maestri artigiani a Firenze

Silvia Quaranta

Investimenti immobiliari: Firenze al top insieme a Milano e Bologna

Silvia Quaranta

Flower Show, il ritorno delle piante rare e inconsuete

Alessandro Macciò