Pubblicità
Pubblicità

È ancora il momento di ristrutturare

di Redazione Ville&Casali

È ancora il momento di ristrutturare

Orsolini Spa, azienda leader nella distribuzione di materiali e prodotti edili, spiega come ottenere lo sconto immediato del 50% grazie agli incentivi fiscali previsti dal Bonus Casa

Con i suoi 30 punti vendita presenti in cinque regioni (Lazio, Umbria, Toscana, Abruzzo e Lombardia) e 142 anni di storia, Orsolini Spa è una delle realtà indipendenti più importanti e longeve d’Italia nella distribuzione specializzata di materiali edili, finiture e soluzioni per l’interior design.

È ancora il momento di ristrutturare

Una realtà a tutto tondo

Guidata da cinque generazione dalla famiglia Orsolini, l’azienda nel corso degli anni si è trasformata da attività commerciale locale a una solida e affermata realtà nazionale. Punto di riferimento per professionisti, imprese di piccole e grandi dimensioni, architetti, arredatori e privati, Orsolini Spa offre soluzioni a 360 gradi per ogni esigenza: dalla progettazione alla consulenza, dalla distribuzione di materiali edili, finiture per interni e complementi di arredo alla consegna a domicilio, fino all’assistenza post-vendita.

È ancora il momento di ristrutturare

Il prezioso supporto degli showroom

Gli showroom, vero e proprio luogo di esplorazione da cui trarre ispirazione, sono aperti 7 giorni su 7 e presentano differenti aree espositive curate nei minimi dettagli e pensate per accompagnare il visitatore alla scoperta delle varie ambientazioni (bagni, cucine etc.) così da avere una visione d’insieme quanto più realistica possibile. Nei punto vendita è possibile avvalersi del supporto di personale qualificato in grado di affiancare (su appuntamento) il cliente, dalla progettazione alla scelta dei materiali, studiando soluzioni su misura per dare forma alle sue idee.

È ancora il momento di ristrutturare

Tutto per il cliente

Per dimostrare la sua vicinanza alla clientela, in occasione dei festeggiamenti per i suoi 142 anni di attività, Orsolini ha pensato a una serie di iniziative tra promozioni speciali riservate ai privati (sconto in fattura del 50% valido nel mese di ottobre), campagne promozionali ed eventi per i professionisti. Marco Verando Zappi, responsabile marketing Orsolini, spiega come ottenere lo sconto immediato del 50% grazie agli incentivi fiscali previsti dal Bonus Casa.

Come funziona l’offerta?

Si scelgono liberamente i prodotti e materiali senza vincoli, pagando il 50% del prezzo finale invece di aspettare 10 anni per recuperare le detrazioni fiscali. Pratica e adempimenti burocratici sono inclusi nel prezzo. L’offerta è riservata ai clienti privati che ristrutturano un immobile, bisogna prendere un appuntamento entro il 31 ottobre sull’apposito modulo cliccando qui.

Cosa serve per accedere all’offerta?

È necessario essere in possesso di uno di questi due titoli abilitativi edilizi: SCIA o CILA, avere i dati catastali dell’immobile: foglio, particella, subalterno, presentare un documento di riconoscimento e la Tessera Sanitaria.

Quali prodotti e materiali possono beneficiare dello sconto in fattura del 50% e quali sono esclusi?

Lo sconto del 50% in fattura si applica a Pavimenti, Rivestimenti, Sanitari, Docce, Rubinetteria, Miscelatori, Porte e Finestre. Per le porte da interno, il bonus è applicabile esclusivamente se l’acquisto è collegato a lavori di manutenzione straordinaria o ristrutturazione, non è ammesso l’acquisto di porte per la sola sostituzione. Per gli infissi è possibile accedere alla detrazione anche senza ristrutturazione. Lo sconto del 50% in fattura non è applicabile su arredamento, cucine, materiali per esterno (es. pavimentazioni per giardino o piscina). In questo caso il cliente potrà usufruire delle altre detrazioni come il “Bonus Mobili” per l’arredamento e il “Bonus Verde” per i giardini.

Cosa sono la CILA e SCIA?

La CILA (Comunicazione di Inizio Lavori Asseverata) è utilizzata per gli interventi nei quali non occorrono SCIA o Permesso di costruire oltre che per i piccoli lavori non inerenti ad attività di edilizia libera. La CILA deve essere presentata al Comune per la realizzazione di Manutenzione Straordinaria che non causi la modifica strutturale dell’immobile e Ristrutturazione Lieve che non influisca sulle parti strutturali dell’immobile.

La SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) deve essere presentata per la realizzazione di Manutenzione straordinaria, restauro, risanamento conservativo che interessano le parti strutturali dell’edificio e Ristrutturazione Edilizia “semplice” (non assoggettata al regime di cui all’art.10, comma 1, lettera c: TUE).

Prenota un appuntamento cliccando qui presso il punto vendita Orsolini più vicino, per avere tutte le informazioni e per approfittare delle offerte che scadono il 31 Ottobre.

Per approfondire

www.orsolini.it

© Riproduzione riservata.

Contenuto Sponsorizzato.