Pubblicità
Pubblicità

Una villa diagonale “pieds dans l’eau”

di Marcella Guidi

Una villa diagonale "pieds dans l'eau"
Foto di Ivo Tavares

Lo studio portoghese Frari ha realizzato ad Aveiro un gioco di volumi e di colori in un piccolo lotto di terreno

Rapsodia di colori, mille varietà di uccelli e di pesci, saline e dune incontaminate. Ci troviamo nella laguna di Aveiro, a un’ora a sud di Porto, sulla costa atlantica del Portogallo. Fondata dai Romani, Averio significa luogo di incontro di uccelli, ed è conosciuta come la Venezia portoghese. I suoi palazzi colorati, coperti da piastrelle di azulejos, sono stati trasformati in alberghi per i numerosi turisti che visitano la città e attraversano i suoi ponti e canali con pittoresche gondole chiamate moliceiros, originariamente utilizzate per la raccolta delle alghe, destinate a fertilizzare la terra.

Pubblicità
Una villa diagonale "pieds dans l'eau"
Foto di Ivo Tavares

A soli 6 chilometri, nel distretto di Alveiro, poi, si possono acquistare le famose porcellane di Vista Alegre, che da quasi due secoli vengono lavorate a mano nella fabbrica di Ilhavo. Ad Alveiro, che oggi conta oltre 80 mila abitanti, una famiglia portoghese ha affidato la costruzione della propria casa all’architetto Maria Joao Fradinho, dello studio Frari, che si pone come obiettivo “l’umanizzazione dell’architettura”, ovvero un’organizzazione intelligente degli spazi…

Articolo pubblicato su Ville&Casali di Giugno 2022

Continua a leggere sulla rivista digitale

Per approfondire

www.frari.pt

© Riproduzione riservata.