Portico o veranda: la casa cambia faccia

di Redazione Ville&Casali

portico o veranda: la casa cambia faccia

In occasione di un magnifico restauro vicino ad Asolo, dove dalle rovine di una casa colonica di fine ‘800, è sorta un’abitazione accogliente, gli architetti hanno realizzato un magnifico portico.

Pubblicità

Non è stato l’unico intervento strutturale: assieme a uno stile rustico grazie ad arredi di arte povera, numerosi camini hanno contribuito a “riscaldare” l’ambiente e il portico ha reso la facciata ariosa e gradevole. Abbiamo quindi chiesto agli architetti di questo lavoro di parlarci del processo di realizzazione di questa casa di campagna con portico.

Salva il legame con il passato

idee villa a un piano con portico

“Il pericolo di una ricostruzione realizzata con materiali moderni poteva essere quello di ottenere un edificio ibrido che male si integrava con il paesaggio rurale di cui aveva sempre fatto parte;

per questo abbiamo deciso di utilizzare quasi esclusivamente materiali di recupero sia per gli elementi costruttivi a vista che per le finiture, mentre per quelli di nuova realizzazione si è cercato di usare materiali e tecniche tipici dell’edilizia tradizionale locale.

Per la scelta dei materiali è stato fatto un lavoro di ricerca e di recupero che è durato due anni; addetti ed esperti del settore hanno fornito, restaurato e messo in opera i materiali in maniera armonica“.

L’importanza del portico in una casa di campagna

“Piccole modifiche prospettiche, come i modesti spostamenti di fori finestra, si sono resi necessari per rispettare sia la nuova distribuzione interna dei vani che le attuali normative sull’illuminazione e la ventilazione degli ambienti.

L’entrata in vigore della L.R. 14/2009 (Piano Casa) ha permesso poi di aggiungere al corpo di fabbrica due portici, elementi architettonici utilizzati per migliorare il contrasto tra luci e ombre sui prospetti, rendendo così meno rigido e compatto l’aspetto originale del volume per un’estetica “rurale” definita.

Oltre a questo, i vincoli paesaggistici e architettonici esistenti ci hanno imposto un rigoroso intervento di ricostruzione formale dell’edificio; l’incarico prevedeva che la casa mantenesse il carattere tradizionale del vecchio rustico di campagna, evitando di mostrare elementi di costruzione moderni.

© Riproduzione riservata.

Partner

I più letti