Gres porcellanato: un materiale che dona stile a tutti gli ambienti della casa

di Redazione Ville&Casali

Marazzi – mod. Plaza

Il gres porcellanato è un materiale facente parte della famiglia delle ceramiche, in quanto la base è composta da un impasto di argilla a cui vengono aggiunte materie prime volte a renderlo privo di porosità, quindi inassorbente, e con alte caratteristiche tecniche e meccaniche, ovvero ingelivo, resistente agli urti, all’usura, ai graffi e agli attacchi chimici. Date le sue elevate prestazioni e caratteristiche estetiche, si rivela un materiale versatile, la soluzione ideale per pavimenti e rivestimenti di ogni stile in spazi interni o esterni

Gres naturale e gres smaltato

Esistono due tipologie di gres porcellanato, ossia quello naturale e quello smaltato.

Marazzi – mod. Alba

Il primo è conosciuto anche con il nome di gres tecnico e il suo aspetto può riprodurre fedelmente legno, marmo, cemento, pietre naturali o altre texture lavorando sul corpo della piastrella. Viene cotto a una temperatura di oltre 1200° C per circa mezz’ora e fatto raffreddare a temperatura ambiente in modo graduale. Questo procedimento serve a conferire non solo lunga durata nel tempo, ma anche resistenza ai graffi e idrorepellenza, rendendo perfetto il gres porcellanato per esterni come porticati, terrazzi e molti altri ambienti.

Marazzi – mod. Crogiolo – Lume

Per quanto riguarda invece il gres smaltato, è dotato di uno strato di rivestimento vetroso che, rispetto al gres naturale, conferisce al prodotto l’aspetto estetico come il colore o altri effetti di superficie. Come il gres tecnico, cuoce ad oltre 1200°quindi è un materiale molto resistente e duraturo che può essere collocato in spazi interni o esterni, considerata la sua resistenza alle intemperie e al gelo, evitando rotture dovute a sbalzi termici, la resistenza all’usura e al fuoco. In quest’ultimo caso, non si verifica alcun rilascio di sostanze tossiche per l’organismo umano.
Non bisogna infine dimenticare che lo smalto contrasta la formazione di macchie e rende il gres facile da pulire, facendo così risparmiare molto tempo.

Come scegliere il gres porcellanato per gli esterni

Marazzi – mod. Caracter

Prima di procedere all’acquisto delle piastrelle in gres porcellanato, è necessario prendere in considerazione i seguenti fattori.

  • Destinazione del prodotto: prima di scegliere un tipo di piastrella, bisogna sapere che ogni spazio è sottoposto a stress differenti. Per esempio, in un esterno come il giardino, si entra con i veicoli, con le scarpe sporche, si appoggiano pacchi pesanti e si verificano numerosi sbalzi di temperatura. In quest’ultimo caso, il gres porcellanato si rivela la soluzione perfetta.
  • Dimensioni: maggiori sono le dimensioni delle singole piastrelle, minore sarà la quantità delle fughe. Otterrò un effetto continuo della superficie, senza interruzioni. Questa soluzione è perfetta per chi ama il look minimale e moderno e richiede il supporto di professionisti esperti che eseguono la posa per valutare anche la qualità del sottofondo che ospiterà il gres ed eseguire un lavoro a regola d’arte.
  • Tempistiche di realizzazione: una volta decretate le piastrelle ideali, occorre valutare le tempistiche di realizzazione della posa, che possono variare in base al formato scelto e al progetto. 

Per approfondire

www.marazzi.it

© Riproduzione riservata.

Contenuto Sponsorizzato.

Partner

I più letti

Una villa racchiusa in un colpo d’occhio

Ristrutturata dall’architetto Stefano Dorata con la co...

Piscine d’autore

Edilfarepiscine si conferma miglior Pool’s specialist...

Arredi esclusivi in Toscana

Un itinerario che parte da Firenze, la culla della cul...

Come arredare l’antibagno: normative e idee

L'antibagno è una zona molto particolare della casa, di...

Grandi orizzonti

Una villa in Gallura mostra una sorprendente architett...

Ville&Casali su Instagram