16 novembre 2018
Ville&Casali
Interni Lazio Primo Piano

Sul Lago di Bolsena, rivive il fascino di un casale antico

Antonio Lionetti, interior designer fiorentino, arreda una villa ricavata da un casale antico sul lago di Bolsena, nel Lazio. Eleganza e ricercatezza sono la cifra stilistica che fa rivivere il fascino dell’epoca barocca.

Un casale antico si trasforma nella villa dei sogni

Mio marito ed io siamo amanti della natura e del paesaggio e da tempo desideravamo realizzare una casa in questa zona. Un giorno durante una gita abbiamo visto questo ampio terreno in vendita e abbiamo deciso di acquistarlo per costruirci una casa ex novo.

Annamaria, proprietaria dell’antico casale

Siamo sul Lago di Bolsena, con una meravigliosa vista a 360 gradi sul lago e sulle isole Martana e Bisentina. Un paesaggio, che è stato un fattore decisivo per l’acquisto. Dal casale antico è stata progettata una nuova villa circondata da dodici ettari di terreno con piante di ulivi e altre coltivazioni.

Gli studi a Siena del marito Antonio, libero professionista, gli hanno trasmesso la passione per i casali della Val d’Orcia ai quali si è ispirato.

Il progetto nasce da una nostra idea di come ci eravamo immaginati questa casa. Antonio Lionetti è riuscito a realizzare i nostri desideri. Uno dei miei sogni era inserire un’imponente stufa tirolese in maiolica che riproduce una analoga antica che si trova in un museo del Trentino a Sfruz. L’abbiamo inserita nella zona spa. Inoltre ho realizzato una stanza della musica che contiene la mia collezione di tamburi africani, congas cubani e bonghi thailandesi, una delle mie passioni. Oggi questa casa è la realizzazione del nostro sogno iniziale, completa delle passioni di entrambi, e ogni mattina, dalla finestra della nostra camera, vediamo sorgere il sole sul lago.

Antonio, proprietario dell’antico casale
La cucina

Tre piani e una scala elicoidale

La villa si sviluppa su tre piani. Al piano interrato c’è la zona spa con un angolo hobby. Il pian terreno si sviluppa attorno alla zona living che occupa quasi tutto il piano, poi sul lato destro si apre un salotto con camino in travertino di foggia seicentesca, attiguo alla grandissima cucina realizzata artigianalmente su progetto dell’interior designer fiorentino. Sul lato sinistro del piano terra si trova la zona studio.

Una scala elicoidale, che in parte ricorda l’architettura americana degli anni Sessanta e in parte il museo Guggenheimdi Bilbao. Conduce alla zona notte che comprende le camere da letto, i bagni e la stanza guardaroba. Il cuore della casa è il grande living, dal carattere scenografico, dove oggetti scelti e amati dialogano perfettamente con le opere d’arte.
I due grandi divani al centro del living sono stati realizzati artigianalmente in capitonné, con tessuto di velluto liscio in tortora chiaro. Anche per le tende, di tessuti naturali, i colori dominanti sono il tortora e l’avorio.

La spa

Atmosfera barocca

Un lato del salone accoglie una splendida consolle barocca romana del Settecento con quadro seicentesco, che raffigura una battaglia. Sul lato opposto troviamo il camino in marmo settecentesco con un’importante natura morta del Seicento e un pianoforte a mezza coda. L’intero living è illuminato dalle lampade di Lumis che creano un’atmosfera raffinata ed elegante.

Al bagno padronale è stata data un’impronta classica, anglosassone, con rivestimento in piastrelle taglio diamante che danno una connotazione importante. Un ambiente dove è raccolta una collezione di profumi dei proprietari e al cui centro si trova una bella vasca di Victoria + Albert. Lionetti ha scelto una linea monocroma per tutte le pareti, il tortora chiaro, interrotta con l’uso dell’avorio per lo zoccolo e per gli stucchi che decorano il soffitto. Per il pavimento della zona living e notte invece ha optato per un parquet noce naturale, montato a lisca francese.

Il bagno

Scenografia equilibrata

Seguendo le intenzioni dei proprietari, l’interior designer fiorentino non quindi ha riempito molto gli ambienti della villa, consentendo di esaltare i singoli pezzi dell’arredamento e rispettando il gioco delle simmetri. Soprattutto nel salone, dove emerge un grande equilibrio stilistico che si ritrova anche nel soffitto, nella fuga prospettica delle colonne e nel rincorrersi degli stucchi.
«I proprietari sono persone che vivono la casa e ricevono molti ospiti», conclude Antonio Lionetti. «Mi hanno chiesto un grande salone che li accogliesse e che esprimesse una piacevole atmosfera e teatralità. Pur avendo costruito la villa ex novo abbiamo cercato di ottenere il calore di una casa con grande carattere e scenografia». Il risultato è una villa elegante, con un’anima e una storia da raccontare.
(ph Edi Solari).

Approfondimenti:
Una gita sul Lago di Bolsena? Leggi qui qualche consiglio sull’itinerario
Ti piace lo stile di questa villa? Leggi anche Arredare in stile barocco moderno

Altre letture consigliate

Una villa glamour che profuma di moda

Marcella Guidi

Casa X: proporzioni e armonia di qualità

Redazione