Guillaumier: Ecco come sarà la casa del futuro

di Veronica Balutto

Maltese di origine, Gordon Guillaumier ha fondato il suo studio a Milano nel 2002: un atelier poliedrico che ha come focus il design di prodotto e degli interni. Guillaumier si occupa anche di consulenza in veste di art director.

Vanta collaborazioni a livello internazionale tra cui: Alf Da Frè, Azzurra, Ceramiche Piemme, Lema, Minotti, Roda, Tacchini, Varaschin, Arketipo e Kronos Ceramiche, per citarne alcune.

Lo stile di Gordon Guillaumier è un mix di classicità ed eleganza, con un tocco armonioso e, spesso, minimalista.

La sobrietà e riservatezza caratteriale di Guillaumier emerge, con delicatezza, in tutti i suoi lavori.

«L’ispirazione origina da molteplici fonti: ogni cosa intorno a noi ci trasmette una vibrazione: camminando in una città, visitando una mostra, leggendo un libro, partecipando a una riunione in brainstorming, la creatività è ovunque!»
Gordon Guillaumier

Un mestiere, quello del designer, certamente non facile. Guillaumier aggiunge:

«Penso che l’obiettivo da perseguire al giorno d’oggi per un creativo sia quello di essere disposto a mettersi costantemente in discussione, per stare al passo coi tempi. La prima grande sfida è stata inseguire il sogno di fare questo lavoro…e continuare a divertirmi, grazie a tutti gli stimoli che mi fornisce. Poi, ho la fortuna di lavorare non solo su progetti di design, ma anche di architettura, nonostante io non sia architetto. E questo non fa che accrescere la mia sete di creatività!»
Gordon Guillaumier

Come sarà il futuro?

«È una costante mutazione; tuttavia vedo una contaminazione culturale e stilistica fra presente e passato, dove ognuno esprime la volontà di elaborare i propri codici per personalizzare il proprio ambiente. Credo che ci sarà sempre più attenzione a scelte sostenibili nell’arredo.»
Gordon Guillaumier

Guillaumier porta nel cuore, come esempio progettuale, Villa Malaparte, capolavoro caprese dell’architettura moderna, straordinario esempio di integrazione tra modernità razionalista e ambiente naturale.

E conclude:

«Immagino la mia casa del futuro come una negazione del concetto di accumulo e consumo ossessivo, arredata con pochi pezzi di design e arte di qualità che resiste nel tempo.»
Gordon Guillaumier

© Riproduzione riservata.

Abbonati online

fino al 50% di sconto

100 Idee per Ristrutturrare Digital Edition 100 Idee per Ristrutturrare Apple App Sore 100 Idee per Ristrutturrare Google Play Store

Digital Edition

Disponibile su browser, tablet e mobile app iOS e Android.

Offerta Prova

3 numeri a soli 2,99 €

save papersave paper

Edizione Cartacea
+ Digital Edition

Scegli la comodità del cartaceo con in più la versione digitale.

Scopri come abbonarti

1 anno a soli 33,00 €

Partner

I più letti

Una villa racchiusa in un colpo d’occhio

Ristrutturata dall’architetto Stefano Dorata con la co...

Cinque fiori profumati da piantare in aprile

Il grigiore dell'inverno è ormai solo un ricordo: la pr...

Country chic nel cuore del Monferrato

A Costigliole d’Asti, una dimora con origini che risal...

Arredi esclusivi in Toscana

Un itinerario che parte da Firenze, la culla della cul...

casale ristrutturato umbria

Design in un casale ristrutturato tra gli ulivi

A cinque minuti dalla città di Perugia, dopo aver varca...

Ville&Casali su Instagram