Il doppio sogno di Cortina

di Redazione Ville&Casali

Cortina ha messo in cantina la mondanità più ostentata e obsoleta, la ribalta talvolta grossolana. E oggi ricerca la sua vera natura: dolomitica, riservata, elegante, fieramente conservativa. Perché c’è qualcosa dell’antica Anpezo che in pochi conoscono. Quel qualcosa sono le Regole d’Ampezzo: un millenario istituto di proprietà collettiva, che ancora oggi controlla e protegge la maggior parte del territorio di Cortina, incluso il Parco delle Dolomiti d’Ampezzo.

Cortina mantiene alti i numeri del turismo: la stagione invernale 2010-2011 è stata un record assoluto degli ultimi 6 anni, mentre il calo del 5 per cento del 2011-2012 si spiega con la scarsità di neve. L’estate 2012 invece è stata un successo pieno: duecento eventi, tra cui il rodato Cortina in Croda (con Erri De Luca e Dacia Maraini). Il piano urbanistico è inflessibile: divieto di costruire, di aggiungere cubatura, di modificare lo skyline con ristrutturazioni fantasiose.

La tipicità architettonica a Cortina sono le case ampezzane, datate dal Seicento al Sette-Ottocento e agglomerate nei sestieri. Sono monovolume, a differenza di quelle altoatesine. Presentano due piani più la soffitta, e un tetto in doppia falda. Hanno la parte in muratura bianca rivolta a valle, mentre la parte in legno, l’ex stalla o fienile, è verso monte. Appena il 2 o 3 per cento di queste case è in vendita: molte sono abitate dai residenti, altre hanno troppi eredi e non sono frazionabili.

In zone di pregio come Cianderies, via Menardi o Crignes ci sono numerose ville, sorte prima degli anni Settanta, spesso restaurate o ricostruite, con piscina o giardino. Ci sono infine i vecchi appartamenti in condominio, di 200 metri quadri circa: sono richiesti quelli in zone vicine al centro ma meno trafficate, come Chiave, soleggiata e panoramica, o ancora Crignes e via Menardi. Il valore delle residenze dipende dalla zona e dalla qualità delle finiture, non dalla tipologia e dall’antichità. Il range è sempre dai 20 mila ai 24 mila euro al mq, e il calo delle vendite con la crisi si è arrestato al 10-15 per cento.

Mentre sogna i Mondiali dello Sci del 2019, per cui è candidata, Cortina ha uno slogan turistico, il doppio sogno, che riassume la tendenza al rinnovamento, tra glamour e forza della montagna.

© Riproduzione riservata.

Abbonati online

fino al 50% di sconto

100 Idee per Ristrutturrare Digital Edition 100 Idee per Ristrutturrare Apple App Sore 100 Idee per Ristrutturrare Google Play Store

Digital Edition

Disponibile su browser, tablet e mobile app iOS e Android.

Offerta Prova

3 numeri a soli 2,99 €

save papersave paper

Edizione Cartacea
+ Digital Edition

Scegli la comodità del cartaceo con in più la versione digitale.

Scopri come abbonarti

1 anno a soli 33,00 €

Partner

I più letti

Una villa racchiusa in un colpo d’occhio

Ristrutturata dall’architetto Stefano Dorata con la co...

Cinque fiori profumati da piantare in aprile

Il grigiore dell'inverno è ormai solo un ricordo: la pr...

Arredi esclusivi in Toscana

Un itinerario che parte da Firenze, la culla della cul...

Country chic nel cuore del Monferrato

A Costigliole d’Asti, una dimora con origini che risal...

casale ristrutturato umbria

Design in un casale ristrutturato tra gli ulivi

A cinque minuti dalla città di Perugia, dopo aver varca...

Ville&Casali su Instagram