fbpx
14 Giugno 2019
Ville&Casali
Il Giardino di Tivoli
Itinerari

Natale in Danimarca, tra Andersen e treni a vapore

In Danimarca, le tradizioni a Natale si rinnovano ogni anno. Nell’isola di Møn, ad esempio, oltre ad ammirare il panorama mozzafiato delle scogliere calcaree, è possibile seguire un percorso natalizio e visitare i tanti laboratori artigianali che costellano il paesaggio.

Attraversando il ponte dello Storebælt (grande stretto) si arriva poi nell’isola della Fionia dove si viene accolti da un Natale da favola. A partire dal Castello di Valdemar, dove le suggestive sale fanno da sfondo a bancarelle di artigianato e ottimi regali di Natale, mentre dalla cucina si diffonde il profumo di biscotti fatti in casa.

Nel vicino villaggio di Fionia, spazio alla tradizione con la rivisitazione del Natale del 1800 nelle calde cucine delle fattorie, dove assaggiare squisite leccornie del passato e osservare gli abitanti alle prese con attività natalizie. Infine, come in quello del suo più celebre cittadino, il Natale occupa un posto del tutto speciale nel cuore di Odense, che lo celebra con un magico allestimento che prende il nome proprio dall’illustre personaggio: Il Mercato Natalizio di H.C.Andersen. Il vecchio centro cittadino fa da cornice all’evento con giocolieri, carrozze, giostre e organi a manovella e, naturalmente, con i personaggi delle fiabe di Andersen.

Superato un altro ponte, il Lillebælt, si giunge nella penisola dello Jutland, dove vale la pena fermarsi per una visita natalizia classica al meraviglioso castello del 1300 di Koldinghus. Più moderno, invece, il mercatino natalizio di design al vicino museo del design Trapholt, dove solo per un week-end i migliori designer e artigiani del paese espongono e vendono le loro  creazioni. Sempre nello Jutland meridionale non si può perdere il Mercatino natalizio nella pittoresca Tønder, dove le strade ciottolate e le caratteristiche case di questa cittadina, sono la perfetta cornice per il primo mercatino natalizio danese, che nacque proprio qui nel 1994. Alla Gamle Apotek (la vecchia farmacia) ci si può immergere in 1.200 mq di puro Natale; il negozio propone, infatti, il più vasto assortimento di oggetti natalizi della Scandinavia.

Nella più antica cittadina della Danimarca, Ribe, il tema natalizio si sviluppa invece intorno ad un racconto della metà del 1800, Il Natale di Peter, che narra il periodo di dicembre visto attraverso gli occhi di un bambino dell’epoca. Per smaltire i troppi dolci basta inoltre avventurarsi in un Safari delle Ostriche, nel vicino Mare di Wadden, dove si passeggia fino ai grandi banchi di ostriche e ci si sente quasi ai confini del mondo. Dopo una bella scorpacciata (gratuita!) di molluschi si prosegue verso nord, fino a giungere a Århus. La seconda città della Danimarca offre uno straordinario mercatino allestito nello storico Den Gamle By – la Città Vecchia.

Per tornare al presente, basta andare al Museo di arte moderna ARoS, dove gli appassionati d’arte da tutto il mondo si recano per vedere le mostre in programma nell’edificio cubico, realizzato dagli architetti danesi Schmidt Hammer Lassen.

L’itinerario si conclude a Skagen, la punta più a nord della Danimarca. Qui ci si prepara all’arrivo del Natale con un calendario dell’Avvento vivente. Le 24 porticine del calendario sono distribuite su vari edifici della cittadina facilmente riconoscibili grazie alle decorazioni in abete. Il numero sulla porta rivela in che giorno di dicembre verrà aperta. Ogni giorno tra il 1 e il 24 dicembre una carrozza trainata da cavalli attraversa la cittadina per portare gli angioletti ad aprire una nuova casella del calendario. Dietro alla porta si nascondono sorprese natalizie per grandi e piccini, come assaggi di birra o dolci natalizi, laboratori e concerti. Il 24 viene schiusa l’ultima porticina e la chiesa di Skagen accoglie alla messa di Natale.

La cucina danese

La cucina danese è principalmente conosciuta per uno snack chiamato smørrebrød; si tratta di una tartina di pane di segale, ricoperta di burro o paté di fegato e condita in vari modi. Tra i piatti tipici ci sono le zuppe di vegetali (tra cui primeggia la zuppa di cavolo verde, chiamata Gronkalsupper), i pesci arrosto ricoperti di prezzemolo, il Jule risengrød, un mix di riso e mandorle, servito come antipasto e molto tipico a Natale.

Di Aldo Mazzolani
Foto di Michael Damsgaard/visitdenmark.com

 

 

 

Altre letture consigliate

Cortili Aperti a Milano: ville e giardini da visitare

Silvia Quaranta

Ville e castelli: i 10 più incredibili da visitare secondo Lonely Planet

Silvia Quaranta

Dimore storiche: il 19 maggio 400 aperture straordinarie

Silvia Quaranta