fbpx
12 Ottobre 2019
Ville&Casali
Ristrutturazioni

Il dolce sapore del tempo

Lo stile contemporaneo è quello che desiderava una giovane coppia di professionisti per arredare la loro futura casa. La loro scelta è ricaduta su un palazzetto ad angolo nel cuore del centro storico di Amelia, una struttura in pietra su tre livelli più un mezzanino e un piccolo giardino in una corte. Questo edificio ad Amelia era disabitato da parecchi anni.

La facciata esterna presentava ampie porzioni in cui l’intonaco era distaccato, e il tetto a falde presentava diverse sconnessioni nei coppi di copertura. La coppia si è quindi rivolta allo studio MeT-architetti, formato da Camilla Thermes, Roberto Morziello e Laura Calderoni, per cercare di rendere abitabile questa vecchia dimora.

Il piano terra era adibito a cantina/magazzino non collegato con gli altri livelli che versavano in totale stato di abbandono; erano totalmente assenti poi l’impianto di riscaldamento, l’impianto del gas, l’impianto elettrico e l’allaccio alla fogna comunale.

La ristrutturazione dello studio MeT-architetti si è quindi confrontata con l’esigenza e la necessità di riportare alla luce quelle che erano le peculiarità della struttura del piccolo edificio di circa 290 mq. L’organizzazione degli ambienti è stata pensata in progressione, così da avere gli spazi dedicati alla convivialità al piano terra (cucina, zona pranzo, giardino, servizi e lavanderia), il salotto di conversazione, con il divano Magellano, di Vico Magistretti per l’azienda Campeggi, le stanze degli ospiti al piano primo, il salotto/tv e lo studio/gioco al mezzanino, fino ad arrivare a spazi più intimi e raccolti nell’ultimo piano, composto dalle camere padronali e dallo studio privato.

Le scale sono diventate il nucleo attorno al quale si aprono e si raccontano gli spazi, dal grande ambito della cucina, formata da arredi di produzione artigianale, realizzati su disegno degli architetti, fino alla zona notte padronale dell’ultimo piano, in cui sono anche presenti il divano Bordeaux, modello Raffles, sempre di Vico Magistretti per De Padova, e una poltrona in tessuto di lana grigio e rosso di recupero, di provenienza italiana.

Altre letture consigliate

Fiori di primavera, rinascono i giardini

Redazione Ville&Casali

Scale: forme e stile che donano carattere

Redazione

Scala: la soluzione per ascendere verso il bel vivere

Redazione