Piccolo giardino segreto

di Redazione Ville&Casali

 

Se percorrendo il centro storico di una città si ha l’accortezza di guardare con occhio curioso, si possono fare delle vere piccole scoperte e gli angoli verdi sono fra le più inattese. Dietro portoni o vecchi muri capita che si nascondano piccoli lembi di terra dalle forme planimetriche irregolari e, spesso, sovrastati dagli edifici limitrofi. Uno di questi spazi dimenticati si è trasformato in un giardino segreto, ad opera del paesaggista Giovanni Ricca. Nato dalle ceneri di un vecchio orto e frutteto era ormai dimenticato e l’abbandono aveva aumentato quell’atmosfera che ha colpito e affascinato i nuovi proprietari. Le richieste al progettista furono poche e molto chiare: creare uno spazio principalmente da vivere con l’inserimento di una zona pranzo ed un parcheggio, intervenire con una linea progettuale che contrastasse con lo stile contemporaneo dell’abitazione. Le dimensioni ridotte e la forma a “elle” del lotto hanno suggerito l’idea di dividere lo spazio in partizioni più piccole, ognuna connotata da una funzione differente.

Lo spazio a diretto contatto dell’abitazione, ad esempio, è caratterizzato da una zona pavimentata per il pranzo estivo ed è sormontato da un pergolato in metallo e vetro. Una rosa “Mermaid” appoggiata al pergolato incornicia il giardino delle siepi di Bosso che reinterpreta in una versione contemporanea le più collaudate immagini classiche. Vialetti in pietra Luserna e ghiaia indirizzano lo sguardo e il passo verso altre aree, quali il parcheggio in ciottolo di fiume ombreggiato da un secondo pergolato di rose “New Dawn” e verso la zona più interessante e inattesa del giardino rappresentata da una stanza verde riflessa in uno specchio d’acqua. Questa stanza di forma rettangolare è, infatti, costruita e protetta da pareti verdi formate da Edera e Rose e consente, rifugiandosi al suo interno, di estraniarsi dal contesto.

Due aperture verticali nelle pareti permettono di osservare la vasca e tutto il mondo acquatico che vi regna: pesci rossi convivono con Ninfee, Thalie e Fior di Loto, mentre l’ossigenazione è garantita in modo naturale dalle piante ossigenanti e artificialmente da un gioco d’acqua realizzato con una scultura in ferro. Tante Ortensie, Osmanti, Iris e Acanti con volumi e prospettive creano l’illusione di spazi più ampi, mentre Peri da fiore, Cotogni e un grande Giuggiolo completano in verticale quell’armonia d’insieme necessaria alla buona riuscita di un progetto.

© Riproduzione riservata.

Abbonati online

fino al 50% di sconto

100 Idee per Ristrutturrare Digital Edition 100 Idee per Ristrutturrare Apple App Sore 100 Idee per Ristrutturrare Google Play Store

Digital Edition

Disponibile su browser, tablet e mobile app iOS e Android.

Offerta Prova

3 numeri a soli 2,99 €

save papersave paper

Edizione Cartacea
+ Digital Edition

Scegli la comodità del cartaceo con in più la versione digitale.

Scopri come abbonarti

1 anno a soli 33,00 €

Partner

I più letti

Una villa racchiusa in un colpo d’occhio

Ristrutturata dall’architetto Stefano Dorata con la co...

Cinque fiori profumati da piantare in aprile

Il grigiore dell'inverno è ormai solo un ricordo: la pr...

Country chic nel cuore del Monferrato

A Costigliole d’Asti, una dimora con origini che risal...

Arredi esclusivi in Toscana

Un itinerario che parte da Firenze, la culla della cul...

casale ristrutturato umbria

Design in un casale ristrutturato tra gli ulivi

A cinque minuti dalla città di Perugia, dopo aver varca...

Ville&Casali su Instagram