Il cancello: il biglietto da visita della tua casa


Il cancello e le recinzioni sono la parte di una residenza che per prima si presenta a un ospite: è una specie di biglietto da visita del padrone di casa e chi sta per entrare in una villa o in un casale può dedurre il gusto che informa lo stile delle scelte architettoniche e degli arredi interni. Ma una porta di ingresso ha naturalmente anche il compito, più pratico e funzionale, di proteggere la proprietà custodendo la privacy degli abitanti, facendosi garante della loro sicurezza. La sintesi felice di queste due caratteristiche dà vita a soluzioni in sintonia con esigenze funzionali e di gusto.

Dal punto di vista formale, si può optare per prodotti caratterizzati da un ridotto impatto visivo, dove le forme essenziali consentono la massima visibilità favorendo il dialogo tra interno ed esterno, oppure puntare su manufatti visivamente più pieni e compatti. Le forme morbide e curve dei cancelli in ferro battuto e delle recinzioni di stampo classico, ottenute attraverso la forgiatura, appartengono a un’antica tradizione italiana che affonda le radici nei secoli passati quando, soprattutto  in Toscana, a partire dal 1200, si sviluppa l’arte di battere il ferro, che trasforma il metallo grezzo in pezzi unici, carichi di suggestione. Oggi sono molte in Italia le aziende artigianali che utilizzano un patrimonio di conoscenza maturato in decenni se non secoli di esperienza nella realizzazione di cancelli in ferro battuto.

Per un approccio più contemporaneo, sono molte le soluzioni di serie caratterizzate da un alto tasso di personalizzazione, ma anche qui è innegabile il fascino e il forte potenziale estetico dei cancelli creati su misura, in continuità con lo stile architettonico di un’abitazione. Lo studio siciliano Cottone+Indelicato Architects ha da sempre dedicato una grande attenzione alla progettazione delle recinzioni e delle aree esterne, come nel caso della ristrutturazione che, in provincia di Agrigento, ha trasformato un edificio di scarso valore architettonico in un’interessante villa moderna. «Nel caso del cancello – precisa a Ville&Casali l’arch. Mario Cottone – abbiamo ideato un manufatto contemporaneo composto dalla ripetizione di elementi verticali pieni in cor-ten. La trasparenza e la successione dinamica degli elementi generano una vista filtrata sul contesto e si relazionano al paesaggio naturale circostante. L’intervento comprende, oltre al cancello scorrevole (con meccanismo a ruote e cremagliera alloggiato sotto quota in un vano ispezionabile), un portoncino per l’accesso pedonale (con citofono integrato) e un torrino per i contatori e la buca delle lettere illuminato da una linea di luce led».

di Paola Pianzola

© Riproduzione riservata