Rodin approda in mostra a Treviso con più di 80 opere


Dal 24 febbraio al 3 giugno prossimo a Treviso, al Museo Santa Caterina, sarà possibile visitare la mostra su Rodin, lo scultore francese vissuto ai tempi di Monet. Saranno esposte un’ottantina di opere, di cui 50 sculture, disegni, provenienti per lo più dal museo Rodin di Parigi.

La mostra, curata da Marco Godin con la sua società Linee d’Ombra, è una delle ultime manifestazioni che si svolgono quest’anno per celebrare l’anniversario dei 100 anni dalla scomparsa del grande artista, da molti considerato al livello di Michelangelo Buonarroti. Il critico d’arte Marco Godin racconta che il suo primo incontro con l’opera di Rodin ebbe luogo nel 1985 quando si imbatté in un piccolo libro scritto nel 1902 da Rainer Maria Rilke:

Lo aprii e lessi la prima, folgorante riga: ‘Prima di essere celebre, Rodin era solo’. Mi bastava quell’incipit per capire subito dove mi trovavo, in quale magma del destino mi fossi inaspettatamente intromesso. E poi continuava, il grande poeta: istintivamente si cercano le mani che hanno dato forma a questo mondo. Ci si rammenta quanto piccole siano le mani dell’uomo, come si stanchino presto e quanto breve sia il tempo loro concesso per agire. E nasce il desiderio di vedere le due mani che hanno vissuto come cento, come un popolo di mani destatosi prima dell’alba per incamminarsi sulla lunga via che conduce a quest’opera. Ci si chiede chi sia il dominatore di quelle mani. Che uomo è mai?

Il Musée Rodin ha messo a disposizione di Godin le opere del più grande scultore del XIX secolo. Tutte le opere più celebri saranno presenti, in formati piccoli e medi, e in certi casi anche in formati di grande dimensione. Sculture che hanno segnato la storia di quest’arte nei secoli: dal Pensatore al Bacio (ispirato alla storia di Paolo e Francesca, raccontata da Dante nel canto V dell’Inferno), dalla Porta dell’Inferno ai Borghesi di Calais.

Opere che non furono subito comprese dai critici, ma che sono capolavori del Novecento, e che rendono l’evento di Treviso davvero eccezionale. Spiega Godin:

Particolare attenzione verrà data all’influenza che la cultura italiana − da Donatello a Michelangelo a Bernini, ma naturalmente anche il fondamentale rapporto con la Commedia dantesca – ebbe su Rodin nella creazione delle sue opere.

Di Enrico Morelli

© Riproduzione riservata