Sapori della tradizione: Puglia, terra del gusto


La terra del Salento, del Gargano, del golfo di Tarando offre molto in prodotti tipici e sapori della tradizione e le ricette pugliesi varcano i confini e sono note e apprezzate ovunque.

Il capocollo diventa “social”

Si chiamano Micaela e Angela Santoro, ma tutti in Puglia le conoscono come “la Santorine”. Sono le figlie di Giuseppe Santoro, che ha fondato il salumificio omonimo nel 2000 e che hanno reso celebre in tutto il mondo il loro prodotto di punta: il capocollo di Martina Franca. Presidio slow food, il capocollo è uno dei salumi pugliesi di qualità veramente alta, al pari della stragrande maggioranza dei prodotti tipici della regione. Le due ragazze, piene di inventiva e utilizzando moderni mezzi di promozione come i social media e Internet, in pochi anni con il loro hastag #lesantorine sono diventate un vero fenomeno mediatico, tanto che oggi il marchio Santoro è conosciuto ed esportato in tutto il mondo. “Siamo riusciti a conquistare il mercato”, spiega Giuseppe Santoro, “grazie a buone politiche di marketing, ma anche e soprattutto grazie al prodotto di eccellente qualità”. Info: www.salumificiosantoro.it

Sapori della tradizione in una location da sogno

Sapori della tradizioneNel cuore del caratteristico centro storico di Ostuni il ristorante Porta Nova offre una raffinata cucina di pesce, senza dimenticare le specialità locali. Fortemente legato alle eccellenti materie prime del territorio, ma capace di farle rivivere sotto i riflettori di una cucina a tratti internazionale, il ristorante offre ambienti di rara bellezza: incastonato in una terrazza dal panorama mozzafiato all’interno del torrione aragonese risalente al XV secolo, infatti, offre una visuale indimenticabile grazie alle ampie finestre che si affacciano sulla vallata degli ulivi che si perdono fino alla marina di Ostuni. In cucina lo chef Tonino Ciaccia opera un’attenta selezione degli ingredienti, quasi tutti a chilometro zero, realizzando preparazioni raffinate, in equilibrio tra innovazione e tradizione. Quindi, accanto al tipico purè di fave con broccoli e ai cappelletti, ecco sorprendenti creazioni come il carciofo in tempura. Tra i secondi, sono ottimi i gamberoni viola di Gallipoli spadellati al rosmarino con millefoglie di patate e affumicati al legno di faggio e betulla in campana di vetro. Da assaggiare è anche la zuppa di pesce classica in casseruola con pesce di scoglio, crostacei e frutti di mare secondo stagione. Info: www.ristoranteportanova.com

Pregiato olio biologico

Sapori della tradizioneCon oltre 1400 ulivi secolari, il Frantolio produce un extra vergine di altissima qualità A Cisternino, nel cuore della Valle D’Itria, l’Azienda Agricola Biologica “Il Frantolio di D’Amico Pietro” è specializzata nella produzione di un pregiato olio extra vergine di oliva.

Qui tutto è coltivato interamente con il metodo dell’agricoltura biologica, certificata da Bioagricert e si estende su un territorio di circa 25 ettari, in buona parte coltivati ad uliveto, su cui sono in produzione circa 1.400 piante di ulivi secolari, con tipiche varietà del nostro territorio: Ogliarola, Nardò, Cerasola, Fasola, Corna Leucocarpa e due varietà di olivastri selvatici della nostra macchia mediterranea, per buona parte secolari.

Il prodotto primario e di maggiore pregio dell’azienda è l’olio extra vergine di oliva “Trisole”, certificato anche “qualitativamente” dalla Corporazione dei Mastri Oleari.

Info: www.ilfrantolio.it