Val Tidone, il Chianti lombardo


La piccola Chianti della Lombardia, la Capalbio dei Milanesi. Così può essere definita la Val Tidone, paradiso verde a soli 80 chilometri da Milano. Da almeno quarant’anni meta fissa per i fine settimana di fuga dalla metropoli, il territorio fra Pavia, Piacenza e Parma è giunto alle cronache da quando è stato scelto da volti noti del mondo della finanza, della cultura e della moda. Trascorrono qui il loro tempo libero Alessandro Profumo, Jody Vender e Guido Rossi, fra i nomi legati al mondo finanziario, oltre alla famiglia di stilisti di Etro, la pubblicitaria Annamaria Testa e i giornalisti Michele Serra e Giuseppe Turani. Personalità di spicco, che hanno portato sotto i riflettori un’area fino a poco fa frequentata, ma senza clamore e solo attraverso il passaparola.

Per i milanesi la Val Tidone rappresenta una soluzione eccellente; più vicina e raggiungibile della simile Toscana, meno frequentata rispetto alle valli dolomitiche e valdostane o alla Liguria, raggiungibile in pochissimo tempo, la Val Tidone ha tutti i requisiti per giustificare l’alta concentrazione di Vip che l’hanno scelta in questi ultimi tempi. La sua posizione geografica è strategica, perché, oltre ad essere così vicina a Milano, è una pura zona di confine e si trova nel punto di incrocio fra quattro regioni, Liguria, Emilia Romagna, Lombardia e Piemonte. Chi viene a Pianello, Nibbiano, Borgonovo Val Tidone o Trebecco per passare il fine settimana o le proprie vacanze ha, quindi, l’opportunità non solo di godere delle caratteristiche dei piccoli centri storici della valle, ma anche di andare comodamente al mare in Liguria, di visitare le città emiliane o di fare un salto a Torino. Inoltre, capita sempre più spesso che i milanesi che avevano scelto la Val Tidone come sede della loro seconda casa, scoprendo nel tempo il territorio hanno poi deciso di trasferirsi qui per tutto l’anno.

A Borgonuovo Val Tidone ha la propria sede il Caseificio Sociale. Ogni giorno il latte appena munto viene trasportato al Caseificio dove intraprende, nel giro di ventiquattro ore, una lavorazione controllata e naturale. La produzione riguarda principalmente il Grana Padano, la ricotta e il burro. Un chilometro dopo Nibbiano, sulla strada statale per Pecorara, si trova il Bed&Breakfast Cà del Bu, inaugurato di recente da Elisabetta Merati, mentre per mangiare un’ottima carne si può andare a Pianello Val Tidone da Luciano e Mauro Rai.