Idee per il weekend: la Torino della cultura


L’antico e il moderno convivono in  modo attivo a Torino, città che può fornire moltissime ottime idee per un weekend. L’ex capitale sabauda, nominata Capitale Europea dello Sport nel 2015, è sempre più vivace e interessante. Del resto già dal 2006, in occasione delle Olimpiadi Invernali, il suo motto è: always on the move, sempre in movimento. Intanto, la città si è collegata al mondo con compagnie aeree low-cost come la Blue-express, o Vueling, che portano turisti dalle maggiori capitali europee, si è spinta verso sud con l’alta velocità, che la collega in meno di tre ore a Roma e alle più importanti città italiane fino a Salerno. Ma la vera novità è che Torino in una decina d’anni è diventata una delle città più trendy d’Italia, non solo per la cultura, ma anche per la gastronomia.

Idee per un weekend di cultura

Idee per il weekendCon oltre 40 musei, la capitale sabauda ha un’offerta davvero interessante. Da non perdere una visita al Museo Nazionale del Cinema, inserito nella strepitosa ambientazione della Mole Antonelliana, simbolo di Torino e che, con i suoi 167 metri, ne fa il museo più alto del mondo; il Museo Egizio, secondo per importanza e quantità di reperti solo a quello del Cairo, oggetto di recente di un’importante opera di recupero e il bel Museo dell’Automobile che ora vanta un’esposizione molto scenografica e una collezione di auto unico in Europa. All’interno si possono apprezzare ricostruzioni storiche dagli anni venti ad oggi, dove sono state inserite nel giusto contesto le automobili dell’epoca.

Dalle carrozze in poi sono presenti alcuni modelli di auto d’epoca davvero esclusivi, che faranno la gioia di tanti papà. All’uscita basta attraversare la strada per poter approfittare dell’ombroso e ampio parco che sorge lungo il fiume.

Imperdibile il museo del cinema

Idee per il weekendIl museo del cinema, che si trova nella sensazionale ambientazione della Mole Antonelliana, il monumento simbolo della città, è una tappa d’obbligo per visitatori di tutte le età: ognuno di loro potrà apprezzare cose diverse, dall’ascensore panoramico, una vera e propria esperienza verticale, per chi non soffre di vertigini, che porta in cima alla terrazza panoramica alle attrezzature storiche dell’archeologia del cinema, come le macchine ottiche precinematografiche (lanterne magiche), a un’imponente collezione di manifesti cinematografici, pellicole ed una biblioteca, in costante ampliamento fino ad arrivare alle poltrone sparse un po’ ovunque al pian terreno, dove oltre alle altezze e alla straordinaria architettura interna della mole, è possibile godersi uno dei molteplici schermi e proiezioni disponibili.

 

 

 

A cura di Francesca Pierpaoli

© RIPRODUZIONE RISERVATA