Chianti classico: a spasso nel weekend


Andiamo alla scoperta del Chianti classico, magari con una spettacolare gita insieme al nostro cane, appena si presenta un weekend dal clicma propizio. Il motivo? Be’, il vino rosso più famoso d’Italia ha festeggiato i suoi tre secoli di storia, iniziati il 24 settembre 1716. L’inconfondibile logo col Gallo Nero accompagna tutti gli eventi del 2016. E quindi possiamo approfittarne.

La festa del Chianti classico

Chianti classicoÈ la festa dei 300 anni del Chianti classico, che quest’anno celebra i tre secoli di “denominazione”. Come la “Chianti Classico Stage”, crono-tappa del Giro d’Italia tra Radda e Greve in Chianti tenuta lo scorso 15 maggio: “Un’intera giornata con le telecamere di tutto il mondo puntate sulle nostre terre”, commenta con orgoglio Sergio Zingarelli, presidente del Consorzio Vino Chianti Classico, “palcoscenico di una tappa della più bella corsa ciclistica del mondo”.

www.chianticlassico.com

Chianti pet-friendly

In questo splendido contesto di eccellente vino, eventi e tanta cultura, non potevano mancare i nostri amici a quattro zampe, sempre ben accetti. Nel nostro viaggio tra vigne, aziende, location e passeggiate pet-friendly da Greve a Castellina, da Radda a Panzano, abbiamo scoperto tante novità per la coppia “a sei zampe”.

 

VIGNAMAGGIO A GREVE IN CHIANTI

Chianti-classico (2)A partire dallo scenario da favola della magnifica tenuta trecentesca di Vignamaggio, a Greve in Chianti, che fu fatta costruire dalla famiglia Gherardini, alla quale apparteneva Lisa, la famosa modella del dipinto della Gioconda di Leonardo Da Vinci. Azienda agricola da oltre 600 anni, Vignamaggio offre oggi un’ospitalità pet-friendly di alto livello in camere o appartamenti, visite guidate negli splendidi giardini all’italiana e degustazioni dei prodotti dell’azienda nel noto ristorante Monna Lisa. Tanto per restare in tema, un cane e un leone in pietra fanno la guardia nella terrazza della tenuta, rivolti su uno dei panorami più famosi al mondo. Si dice, infatti, che la famosa Gioconda di Leonardo Da Vinci fu ritratta proprio qui e che lo sfondo del dipinto sia lo stesso.

 

Siamo in una delle più antiche aziende agricole della Toscana, uno scrigno rinascimentale nel cuore del Chianti, adagiata sulle colline dove nasce e si dirama il fiume Greve.

www.vignamaggio.com

ENOTECA FALORNI

Altro pet-primato è dell’Enoteca Falorni, la più grande del Chianti, è davvero pet-friendly. Conta oltre mille etichette, tutte selezionate (toscane, ma anche dal resto d’Italia, bollicine, vini da dessert, grappe e oli) e più di cento vini in degustazione, tramite gli innovativi sistemi “enomatic”, è considerata “il tempio del vino”. Si trova nel sottosuolo del centro storico di Greve in Chianti, in quella che fu la prima grande cantina costituita da nobili proprietari terrieri (da considerarsi autentica antesignana del consorzio Chianti Classico). È anche un’esperienza di gusto, che prende forma nello spazio Bistrò, insalate, tartare, tuscan club sandwich, bollicine, cocktail con eccellenti taglieri di formaggi e salumi. E qui si può tranquillamente entrare in compagnia del proprio pet, mangiare e degustare.

www.enotecafalorni.it

CASA CHIANTI CLASSICO

Degustazioni pet-friendly anche alla Casa Chianti Classico, a Radda, ex convento francescano, oggi sede di convegni, conferenze, eventi, di un’enoteca e di uno spazio museale.

Offre corsi sul vino, nonché di cucina e pasta fresca, degustazioni guidate sul Chianti Classico, cene e pranzi su prenotazione nei suggestivi ambienti della struttura (l’ex cantina dei frati, il meraviglioso chiostro, la terrazza sulle colline, il refettorio o la sala del camino), partecipazione a eventi speciali organizzati dal Consorzio Vino Chianti Classico e un percorso sensoriale dedicato al Gallo Nero. Aperta al pubblico da aprile a ottobre, nei mesi di chiusura è disponibile per eventi privati e per visite.

www.casachianticlassico.it

FRIDA, CREAZIONI “MADE IN ITALY”

Chianti-classico (4)Ma la Toscana è anche arte fiorentina.

Come le splendide creazioni, a cura di Tommaso Bencistà Falorni, che ha unito il suo amore per gli animali con la passione per la moda, con collari e guinzagli davvero fashion, primo brand pet a Pitti Immagine Uomo, tutti fatti a mano, in pelle, vero artigianato toscano.

www.fridafirenze.com

A SPASSO TRA PANZANO, CASTELLINA E RADDA

E ora veniamo ai percorsi. Meraviglioso passeggiare col pet al seguito lungo Greve in Chianti. Altro grazioso paesino da visitare è Panzano in Chianti, sulla strada statale 222, quella principale che da Firenze porta a Siena. Anche qui c’è un bel percorso che si può fare a piedi col cane, arrivando alla Pieve di San Leonino, una chiesa romanica, in campagna: dal centro del paese si raggiunge a piedi in venti minuti. Poi, continuando sulla strada principale, tenendo conto che Panzano è l’ultimo paese in provincia di Firenze, si raggiunge la provincia di Siena, quindi Castellina, Radda e Gaiole, uno più bello dell’altro.

ALTRE PASSEGGIATE E SENTIERI

Inoltre, vicino a Greve in Chianti c’è il Parco San Michele, il posto è molto bello per trascorrere un po’ di ore col cane, ma non è organizzato per l’accoglienza. Vicino Vignamaggio c’è anche Lamole da visitare. E poi, ancora, la Strada dei Castelli, ossia la 484 e la 408, un percorso su gomma alternativo alla 222, che porta a Siena, pieno di castelli (Ama, Meleto, Brolio, Bossi, Cacchiano) nonché aziende vinicole, con panorami e passeggiate davvero suggestivi, tutte mete dove si degusta un eccellente vino: per il tour guidato, però, è sempre meglio telefonare prima e prenotare.

 

 

 

 

 

foto e testi di MARIA PAOLA GIANNI