Idee regalo per Natale: design vintage


Si avvicina il Natale e la corsa ai regali è una tradizione che si rinnova in tutto il mondo.

In prossimità delle feste natalizie sorgono però sempre mille problemi per decidere quale oggetto comprare, a chi destinarlo e quanto spendere del budget a disposizione, cercando di entrare nel carattere e nelle abitudini del destinatario, per adattare il regalo alla sua personalità.

Per garantire la buona riuscita di una sorpresa, che in famiglia e tra gli amici tutti si aspettano.

Dei classici del design come idee regalo

E se per una volta ci rivolgessimo agli oggetti del passato, andando a cercare nei negozi specializzati nel vintage?

Il successo sarebbe garantito…

L’eleganza in cucina

Idee regaloNel lontano 1957 fu progettato e realizzato forse il più bel contenitore di cibi che la storia ricordi.

Si tratta della famosa “Pesciera” di Roberto Sambonet, in acciaio inox trattato a specchio, ispirata nel design ad una conchiglia bivalva, che poi risultò vincitrice nel 1970 del prestigioso riconoscimento internazionale “Compasso d’Oro”, sbaragliando un’agguerrita concorrenza.

La sua forma purissima e il particolare meccanismo di apertura e chiusura del coperchio superiore, agganciato alla base attraverso una cerniera formata da due li di acciaio sagomati ad arte, la rendono unica e inimitabile.

Ovviamente è necessario abbinarla a pesci pregiati (cernia, orata o spigola) cotti al meglio, trascurando magari pesce azzurro e calamari, almeno per la cena di Natale!

Sambonet – Prezzo di listino: 310 euro

Una spirale contro il fumo e la lampada di Aladino

Idee regaloDalla mano di Achille Castiglioni sono usciti tanti capolavori di design domestico, ispirati ad un rigore estetico sempre essenziale nel rispetto di una funzionalità che mai doveva mancare.

Ne sono validi esempi due oggetti minimalisti e inconsueti, perfetti da regalare a Natale, che lasceranno sbalorditi e (crediamo) molto soddisfatti i destinatari.

Si tratta del posacenere “Spirale”, costituito da una ciambella di acciaio inox chiusa sul fondo, che accoglie sulla parete interna (concava) una molla a spirale per tutta la sua circonferenza, con la funzione di trattenere la sigaretta impedendole di cadere.

Oggetto bellissimo anche solo da vedere, che farà la sua figura appoggiato su qualsiasi superficie, sia antica sia moderna.

Parimenti alla lampada “Noce” realizzata per Flos, esempio ardito di illuminazione a fascio variabile, da posizionare a pavimento. Il geniale meccanismo di rotazione delle due lampadine inserite nel corpo luce consente di illuminare dal basso a luce radente le pareti o il soffitto. La sua particolare struttura, con o-ring di chiusura tra guscio e base, ne consente l’utilizzo anche in ambienti esterni.

Il diffusore è in vetro pressato semi-trasparente, la base in lega di alluminio verniciato a fuoco e resistente alle intemperie.

Alessi (posacenere) – Prezzo di listino: 65 euro; Flos (lampada) – Prezzo di listino: 485 euro

Il pranzo è servito

Idee regaloWalter Gropius, dopo la chiusura della scuola Bauhaus a Berlino a causa del nazismo, aveva lasciato la Germania per andare a lavorare in Inghilterra, proseguendo nelle sue sperimentazioni di design applicate ad oggetti domestici.

Non riuscendo ad ottenere risultati accettabili nei suoi progetti – almeno per le sue ambizioni – si trasferì nel 1945 negli Stati Uniti per fondare il TAC – The Architect Collaborative, studio associato di architettura composto da molti talenti, impiegati in un gioco di squadra.

Ne venne a conoscenza la ditta tedesca Rosenthal che aveva da sempre attuato una politica di ricerca internazionale, che chiese a Gropius di disegnare una linea di porcellane da tavola.

Il progetto dei servizi “TAC”, chiamati nel 1969 proprio come il suo studio, lasciò sbalordita la direzione della Rosenthal che commissionò immediatamente la produzione ad una sua fabbrica di grande esperienza e livello qualitativo, andando poi a commercializzare gli oggetti in tutto il mondo.

Le tazze, le teiere e i piatti di Gropius, con diverse rifiniture e disegni applicati – anche in platino- lasciarono il segno sul mercato e ancora oggi sono in produzione, esattamente come 47 anni fa, senza un briciolo di innovazione, del tutto inutile su un design di fatto immortale.

Rosenthal – Prezzo di listino: servizio da Thé (6 prs) 380 euro – Prezzo di listino: servizio da tavola (19 pz.) 650 euro

Giocattolo o opera d’arte?

Idee regaloSi deve al genio di Bruno Munari, un grande maestro del design italiano, una delle più caratteristiche espressioni di progetto nell’ambito dei giocattoli per bambini.

In effetti la sua “Zizì”, scimmia stilizzata in bianco/nero e le labbra rosa pallido, realizzata con la gommapiuma Pirelli sostenuta da una leggera intelaiatura in filo di rame che le consente di assumere svariate posizioni, rompe gli schemi di un mercato che si basava, all’epoca, sull’impiego di latta e legno (parliamo dei primi anni ’50) e apre la strada ad una nuova generazione di oggetti per la casa, non necessariamente dedicati solo allo svago dei bambini.

Avendo alle spalle un grande suggeritore e amico, Gillo Dorfles, con il quale aveva fondato nel 1948 il MAC – Movimento Arte Concreta, fu facile per Munari definire i dettagli di progetto e produzione della sua Zizì, che vince il Compasso d’Oro nel 1954.

Se si riesce a trovarla e a regalarla, è bene sapere che è molto di più di un semplice giocattolo di gommapiuma, visto che nel 2010 le è stato dedicato addirittura un francobollo dalle poste italiane!

Galleria del Design e dell’Arredamento Cantù – Prezzo su richiesta

Spremere e non toccare?

Idee regaloGino Colombini, altro grande designer italiano del periodo post-bellico, ha lasciato ai posteri molte opere d’arte, di grandi e piccole dimensioni, quasi tutte dedicate al comfort casalingo.

Con il suo “Spremilimoni KS1481” del ’57, Colombini però raggiunse la notorietà, anche perché ne furono prodotti e venduti migliaia di esemplari, differenti solo nella colorazione.

Il più bello, e sicuramente il più ammirato, è quello di colore giallo/arancio intenso, rappresentato nella foto.

Si tratta di uno spremiagrumi in tre parti, stampate in polietilene ad iniezione di media rigidità, con

la particolare caratteristica che il frutto non viene mai toccato con le mani. È stato in produzione dal 1957 fino allo scorso anno, ed è oggi distribuito da Kartell solo su Idee regalorichiesta.

Più inquietante nelle forme – quasi spaziali – l’equivalente di Philippe Starck, prodotto da Alessi.

Totalmente differente dal KS1481 nel principio di funzionamento ma altrettanto razionale, è realizzato in una fusione di alluminio lucido ed è presente in molti negozi di complementi per la cucina.

Un “must” datato 1990, irrinunciabile per gli appassionati, ovviamente, di spremute.

Kartell (Colombini) Prezzo di listino 40 euro Alessi (Starck) Prezzo di listino: 65 euro

 

 

 

A cura di PAOLO DE PETRIS

© RIPRODUZIONE RISERVATA