Sentieri di Merano: sapori e panorami da sogno


I sentieri di Merano per escursione e quelli dei suoi dintorni sono innumerevoli, ma di sicuro l’Alta Via di Merano rappresenta uno dei percorsi più suggestivi dell’Alto Adige. L’intero tracciato misura circa 100 km, percorribili in 4 o 6 giorni, da giugno a fine ottobre. Come altitudine si arriva fino ai 3000 metri. I punti più esposti sono attrezzati con catene, funi o parapetti di sicurezza, per consentire di compiere il giro in tutta sicurezza.

Trekking sui sentieri di Merano

Sentieri-di-Merano (1)La cosa bella di questo percorso trekking è che non è ancora molto conosciuto, fatto che consente di godersi la natura in modo assolutamente unico e armonico. L’Alta Via di Merano è percorribile anche per singole tappe ed è raggiungibile in diversi punti da funivie. È, infatti, un’escursione consigliata anche per le famiglie, perché ci sono dei dislivelli affrontabili persino con i passeggini e diversi masi dove ristorarsi. I panorami mozzafiato sulla Val Venosta, la Conca di Merano, la Val Passiria, le Alpi Santine, gli spettacoli naturali di flora e fauna del Parco Naturale della Giogaia del Tessa, lo sguardo sul fascino del mondo contadino rendono questo sentiero unico e impareggiabile.

Rifugi e sollievo

Percorrendo questo tracciato, inoltre, si ha la fortuna di incontrare sul proprio cammino diversi rifugi che offrono agli avventori comodi letti e dei piatti gustosi e genuini, realizzati con i prodotti del posto, come il Ristorante Hochmuth, a Tirolo (tel. 0473.229949, www.hochmuth.it) che, nel suo menu ha degli ottimi kaiserschmarren, canederli di speck in brodo e strudel; in Val di Fosse la Malga Mitterkaser (tel. 0473.420473, www.mitterkaseralm.com), con i suoi gnocchi alle erbe con formaggio fresco e canederli al formaggio, e la Malga Rableid (tel. 0473.662211), con pane e formaggi fatti in casa; a Naturno, il Pirchhof (tel. 0473.667812, www.pirchhof.com), dove si mangiano krapfen e buchtlen, dolci fatti in casa, arrosto di capretto con canederli. Inoltre, due rifugi consigliati anche per dormire sono a Parcines, l’Hochgang (tel. 0473.443310) e il Nassereith (tel. 0473. 968222), di nuova costruzione.