Arnaldo Pomodoro: Milano in festa


Scultore di grande esperienza, che in gioventù è stato aiutato da Lucio Fontana, Arnaldo Pomodoro a Milano trova un palco e una piazza che lo omaggia con una grande esposizione delle sue opere. Il capoluogo lombardo è protagonista di un progetto di esposizioni diffuse che copre tutta l’attività artistica del grande scultore. Oltre a una mostra sono previsti una serie di eventi di approfondimento della sua opera e della sua figura, in relazione con concetti e movimenti artistici contemporanei. La mostraa lui dedicata si struttura come un articolato progetto, curato dalla sezione didattica della Fondazione Arnaldo Pomodoro, assieme ad Admaiora.

Milano celebra Arnaldo Pomodoro

Arnaldo PomodoroAlla Sala delle Cariatidi di Palazzo Reale, a Milano, fino al 5 febbraio 2017, sarà possibile ammirare una trentina di sculture di Aldo Pomodoro. Questi pezzi, scelti per illustrare i momenti fondamentali del percorso artistico del Maestro, costituiscono un percorso ideale di scoperta e studio. L’esposizione diffusa che Milano ha offerto a Pomodoro si articola su Piazzetta Reale, dove per la prima volta viene esposto nella sua interezza il compleso scultoreo The Pietrarubbia Group, con i suoi sei elementi realizzati in successione dal 1975 al 2015. Dopo Piazzetta Reale è la volta della Triennale di Milano e della Fondazione Arnaldo Pomodoro, oltre che del Museo Poldi Pezzoli. L’itinerario artistico su cui si snoda il percorso espositivo viene collegato da un’ulteriore tappa, che collega piazza Meda con il Grande Disco, a Largo Greppi con Torre a spirale, posta subito di fronte al Piccolo Teatro. Chiude l’esposizione una location unica: “Ingresso nel labirinto”, un ambiente costruito nei sotterranei dell’edificio ex Riva Calzoni di via Solari al numero 35, dove una volta era ospitata la Fondazione Arnaldo Pomodoro. Questo “Ingresso” è ampio ben 170 metri quadri.

Per ulteriori informazioni possiamo consultare la pagina del sito di Palazzo Reale, dedicata all’esposizione.