Apre al mondo l’archivio artistico del Met


L’archivio del Met di New York apre i suoi segreti al pubblico, ma solo online. Praticamente tuta la storia dell’arte e dell’artigianato del mondo in formato Jpeg, pronto a essere visionato e scaricato dal sito del Metropolitan Museum of Art della Grande Mela. Con una database di circa 375mila foto non coperte da diritti, si tratta di una risorsa meravigliosa per chi si occupa di arte e design.

Il patrimonio universale

archivio artisticoLa scelta, coraggiosa e degna di plauso, è quella di permettere a chiunque di sfogliare la storia delle creazioni artistiche e ammirare capolavori di Rembrandt e Monet, sculture storiche dei primordi dell’Uomo o capolavori moderni, passando per opere meno note di maestri anonimi e botteghe tradizionali.

Queste immagini, classificate come “Creative Commons Zero” sono effettivamente di dominio pubblico e potranno essere consultate o riutilizzate in qualunque modo, senza pagare nulla. Possiamo addirittura usarle a scopo commerciale.

Un regalo per tutta l’umanità

Si tratta di un vero e proprio dono, fatto dal Met all’Umanità tutta, firmato da Creative Commons, Wikimedia, Artstor, Digital Public Library of America (DPLA), Art Resource e Pinterest. Un domani è previsto che questo archivio possa essere reso disponibile anche tramite altri canali, come per esempio Wikipedia Commons, nella filosofia wiki, ossia di condivisione gratuita. Meraviglioso.