Torino: grande cultura, piccola spesa


Torino, nel cuore del Piemonte. Uno dei grandi centri metropolitani, culturali e artistici della Penisola. Meta rinomata, destinazione d’eccezione, città delle mille scoperte. L’ex capitale del Regno d’Italia, nominata Capitale Europea dello Sport nel 2015, è una meta imperdibile, una città dalla vita pulsante e dalle attrazioni culturali ricche e interessanti. Già dal 2006, in occasione delle Olimpiadi Invernali, il motto di Torino è diventato: always on the move, sempre in movimento.

Torino-Museo-EgizioTorino è collegata al mondo con compagnie aeree low-cost come la Blue-express, o Vueling, che portano turisti dalle maggiori capitali europee, si è spinta verso sud con l’alta velocità, che la collega in meno di tre ore a Roma e alle più importanti città italiane fino a Salerno.
Torino-Museo-EgizioTuttavia, la vera novità è che Torino in una decina d’anni è diventata una delle città più trendy d’Italia, non solo per la cultura, ma anche per la gastronomia. Il Salone del Gusto, il Salone Internazionale del Libro, ad esempio, sono eventi di portata internazionale che proiettano Torino nel panorama culturale ed enogastronomico europeo.
La metropoli piemontese spicca tra le città vivibili e godibili, anche dal turista. Il turismo in crescente aumento ha richiesto la nascita di un’offerta adeguata, e Torino ha risposto ottimamente alla domanda.

Torino ha più di 40 musei, tutti da visitare.Da non perdere una visita al Museo Nazionale del Cinema (www.museocinema.it), inserito nella strepitosa ambientazione della Mole Antonelliana,  ma anche il Museo Egizio (www.museocinema.it) e il bel Museo dell’Automobile (www.museoauto.it) che ora vanta un’esposizione molto scenografica e una collezione di auto unica in Europa. Di sicuro bisogna anche fare un salto al nuovo Polo Reale di Torino (www.poloreale.beniculturali.it), che riunisce in un unico complesso architettonico alcuni tra i più importanti musei della esempio di architettura secentesca, residenza del Re di Sardegna fino al 1659 e poi di Vittorio Emanuele II fino al 1865.
Se il clima è favorevole, bisogna assolutamente visitare i giardini della Venaria Reale con la fontana luminosa e fare una visita guidata all’interno (www.lavenaria.it). Non tutti sanno che all’interno dei Giardini della Reggia, oltre alle grotte secentesche, ai labirinti, ai resti della Fontana d’Ercole e del Tempio di Diana, c’è anche un bellissimo Giardino di Fiori e di Rose, e che nel Parco basso sorge il più grande Potager d’Italia, in un’area di circa 10 ettari di orti e frutteti.

Torino è una città meravigliosa, vasta, ricca e sempre varia. Visitarla è una meraviglia, che possiamo concederci facilmente e senza spendere molto.