Ville&Casali di aprile in edicola


Cento ambasciatori del design italiano (architetti, designers, imprenditori, accademici) hanno celebrato in altrettante città estere lo scorso 1° marzo la Giornata italiana del Design nel mondo, organizzata per la seconda volta dal ministero degli Affari esteri. Duemila imprese accoglieranno dal 17 al 22 aprile a Milano, capitale del design, oltre 300 mila persone provenienti da tutto il mondo per un’esperienza globale che misurerà il polso della capacità di innovazione e qualità dell’abitare all’italiana.

Vico Magistretti, il grande architetto designer, di cui si celebrerà nel 2020 il centenario della sua nascita (protagonista di una mostra durante il Salone presso l’omonima fondazione), diceva che “il progetto è sempre qualcosa che io sviluppo attraverso il colloquio con chi lo produrrà, perché per me il design nasce dalle chiacchiere”. Ecco perché tutti vogliono andare al Salone di Milano!

Ville&Casali dedica molte pagine in questo numero alle novità dell’arredamento e in particolare a Eurocucina. Quest’anno il Salone si interroga con una mostra-installazione sul rapporto tra la natura e l’abitare, ovvero tra lo spazio interno ed esterno. Si potrebbe dire il rapporto tra town e country, che è la mission di Ville&Casali, come si può constatare ogni mese dalle case in Italia e all’estero che pubblica.

Arricchite, questo mese, dal supplemento Giardini, in cui i migliori paesaggisti italiani propongono i loro progetti. Un’altra mission della rivista è la valorizzazione del territorio italiano e in particolare del suo patrimonio immobiliare. Questo numero lo fa con un reportage sulla sponda lombarda del lago di Garda, il “mare” dei tedeschi, ma anche di molti italiani. Tante le nuove iniziative immobiliari e le occasioni di affari. Infine, un’attenzione particolare viene riservata al patrimonio culturale delle Marche, che dopo il terremoto cercano il riscatto attraverso la cultura e l’enogastronomia. L’appuntamento ideale per un weekend.

© Riproduzione riservata