Stefania Sandrelli e la sua passione per il vino


“Considero il vino un vero e proprio dono della natura, che l’uomo ha saputo mettere a frutto. Amo visitare le vigne, in particolare durante la vendemmia. Mi piace partecipare agli assaggi del nostro Chianti Acino d’Oro insieme a Giovanni Soldati e a Sandro Bottega che, oltre ad essere un amico, è un distillatore trevigiano. Insieme al Chianti produce il delizioso Prosecco Il Vino dei Poeti e la raffinata selezione delle grappe Alexander, racchiuse in preziose bottiglie in vetro soffiato”. Così la famosa attrice Stefania Sandrelli, interprete di numerose pellicole cinematografiche, racconta a Ville&Casali il suo amore per il vino, che risale al 1993, quando, in una serata d’autunno, Sandro Bottega presentò a Stefania Sandrelli e a Giovanni Soldati il Prosecco Il Vino dei Poeti. La calda atmosfera di un rustico di campagna e le piacevoli suggestioni di questo vino dal nome fascinoso spinsero Stefania Sandrelli a formulare il desiderio di conoscere meglio il mondo enologico e di iniziare a produrre un vino rosso.

Il progetto prese forma definitiva nel 1994 quando i tre amici scelsero personalmente l’uva migliore per produrre il proprio vino, tra i filari di una tenuta della campagna senese.  Nacque così Acino d’Oro, un Chianti Classico DOCG, che ha collezionato innumerevoli riconoscimenti e che reca in etichetta le firme di Stefania Sandrelli, Giovanni Soldati e Sandro Bottega.

L’attrice svela anche la sua passione per la cucina visto che ama stare vicino ai fornelli per preparare deliziosi piatti. La cucina, per lei, è condivisione e cucina con quello che trovo. Le piace assemblare il cibo. Un episodio curioso: una volta le capitò di cucinare un risotto al luppolo fresco talmente buono che ricevette una standing ovation! Anche la campagna è tra i suoi pensieri, considerato che diverse volte ha pensato di andare a vivere nella campagna senese.