Percorsi olfattivi tra Scicli e Sampieri


Nella campagna di Modica, tra Scicli e Sampieri, l’agronomo Enrico Russino si è ritagliato venti anni fa un lotto di terreno di quattro ettari per coltivare centinaia di erbe officinali e aromatiche, ornamentali e tropicali, per poi organizzare percorsi olfattivi, corsi di cucina, di degustazione ed eventi culturali, gastronomici e di benessere, come corsi di yoga e pilates, in mezzo alla natura.

All’ingresso dell’azienda ci accoglie sotto un pergolato di passi ora e alla vista di altri frutti tropicali, come piante di papaya, che nel microclima di questa zona della Sicilia riescono a maturare perfettamente.

La location è suggestiva perché si trova su un promontorio che domina la costa di Punta Secca e nelle giornate limpide il panorama si estende all’isola di Malta.

Tra piante aromatiche i percorsi olfattivi più intriganti

Russino oggi coltiva alcune centinaia di piante aromatiche, ma non ritiene di possedere un primato.

“Solo di piante di salvia esistono oltre mille esemplari”, egli dice.

E il suo futuro obiettivo è quello di riscoprire piante di frutta in via di estinzione.

Gli Aromi di Russino non è solo un’azienda vivaistica, ma una vera attrazione turistica.

Percorsi olfattiviNel suo shop si possono trovare non solo aromi di ogni genere, in confezioni da regalo, sughi per pasta e paté, ma anche curiosi kit per coltivare piante diversissime, dal cappero al carrubo.

Noi proponiamo il carrubo come pianta da utilizzare come siepe”, ci dice Russino. “Si tratta di un albero che ha il suo massimo sviluppo in questa zona della Sicilia, protetta dai monti Iblei e dal mare, ma che può essere piantata anche a Roma. Qui esistono piante secolari “.

“Un kit con il seme di carrubo costa pochi euro, ma una pianta secolare può valere diverse migliaia di euro e per essere estirpata deve essere autorizzata dalla Forestale”, ci racconta l’agronomo siciliano.

 

 

 

A cura di Giovanni Morelli
Foto di Simone Aprile
© RIPRODUZIONE RISERVATA