Ristrutturazione del podere nel cuore della Toscana


L’intervento di ristrutturazione del Podere del tiglio, ubicato nel Comune di Palazzuolo sul Senio, in provincia di Firenze, in un’area a forte connotazione rurale nel cuore dell’Appennino Tosco-Romagnolo, ha consentito il recupero di un edificio rurale ad uso abitativo/agricolo e la sua riconversione a residenza per le vacanze.

Ritorno al futuro

L’edificio si presentava come un corpo di fabbrica unico a due livelli, posto su un versante molto pendente della montagna esposto verso sud. Il piano terra, parzialmente interrato, era adibito a ricovero per gli animali.

La struttura originale era realizzata con muratura portante in pietra arenaria, solai in struttura lignea, mentre il manto di copertura era realizzato con lastre di pietra.

Prima della ristrutturazione del podere, la struttura giaceva in stato di abbandono da molti anni e aveva subito crolli e danneggiamenti.

Curato dagli architetti Nadia Angeli e Matteo Brucoli di Faenza, in provincia di Ravenna, con la collaborazione dello Studio DES, questo progetto è fortemente orientato alla sostenibilità e alla autosufficienza energetica.

L’intervento di recupero ha conservato la volumetria, i materiali, la tipologia distributiva e la forma strutturale dell’edificio originale, implementando al contempo tutte le modifiche necessarie all’ottenimento di elevati risultati energetici, funzionali e di comfort.

Materiali originari nella ristrutturazione del podere

I progettisti hanno scelto, inoltre, di riutilizzare per quanto possibile i materiali presenti in loco e laddove non sia stato possibile, si è proceduto a realizzare sia le parti strutturali che le finiture dell’edificio con soluzioni e materiali caratteristici dell’Appennino Tosco Romagnolo.

I materiali provengono interamente da cave, produttori e artigiani del luogo, per mantenere la forte e caratteristica identità del luogo e l’armonia con la natura circostante.

 

 

 

A cura di Carla Blay
© RIPRODUZIONE RISERVATA