Mercatini delle pulci: da Londra a Berlino


Non è un mistero che proprio l’Inghilterra sia il luogo più importante per gli antiquari di tutto il mondo con i suoi unici mercatini delle pulci.

Un vero e proprio crocevia di oggetti d’arte, frequentato anche da professionisti e appassionati d’oltreoceano, disposti comunque ad affrontare un viaggio lungo e faticoso per acquistare mobili e suppellettili introvabili altrove.

D’altronde non è un caso che le maggiori case d’asta specializzate del settore – Christie’s e Sotheby’s – abbiano da oltre 250 anni la loro sede principale proprio a Londra e innumerevoli filiali sparse nei quattro angoli della terra.

Certo, se proprio non si sa dove mettere in casa la biblioteca di Napoleone a Sant’Elena oppure la collezione privata di quadri e monili di Jacqueline Kennedy-Onassis (battute recentemente all’asta proprio nella capitale inglese) oppure se il proprio budget è infinitamente inferiore a quello necessario per portarsi a casa un Picasso, meglio starne alla larga e dedicare un paio d’ore a visitare i due mercati del vintage più belli e divertenti sulle rive del Tamigi.

E magari andare poi a Berlino, alla scoperta degli oggetti più interessanti prodotti nella DDR a cavallo della seconda guerra mondiale.

Guida ai mercatini delle pulci e antiquari

Il viaggio di Ville&Casali attraverso i mercati d’Europa prosegue e dopo Parigi e Nizza, tocca a Londra e Berlino.

Alfies Antique Market – Londra

È il più grande mercato coperto di Londra, situato nel quartiere di Marylebone, abbastanza vicino all’Abbazia di Westminster.

Mercatini delle pulciOspita 75 rivenditori specializzati che espongono una vasta gamma di oggetti d’antiquariato, mobili del 19° e 20° secolo, abiti e gioielli vintage originali, oggetti da collezione di ogni tipo, argenti, cristallerie e ceramiche di pregio.

La particolarità di Alfies risiede nella possibilità di poter richiedere il restauro di oggetti acquistati direttamente sul posto, rivolgendosi agli specialisti presenti nel mercato, che generalmente applicano prezzi modici e si occupano della successiva spedizione, realizzando imballaggi ad hoc.

Non mancano tappezzieri, restauratori di cornici antiche, riparatori di orologi e, dulcis in fundo, parrucchieri da uomo e donna capaci di riprodurre alla perfezione le capigliature vintage di Gary Cooper, Elvis Presley o di Audrey Hepburn, per una colazione da Tiffany indimenticabile.

Indirizzo: 13-25 Church Street, Marylebone – London NW8 8DT Apertura: dal martedì al sabato dalle 10.00 alle 18.00

Portobello Road – Londra

Incastonata tra i due quartieri residenziali di Paddington e Notting Hill, Portobello Road è sicuramente la strada più famosa al mondo per fare acquisti di oggetti usati a prezzi convenienti.

Un grande bazar che si snoda per circa un chilometro e mezzo, nel quale convivono a stretto contatto di gomito bancarelle all’aperto “bric-a-brac” e negozi rifornitissimi di vestiario, accessori per la casa, oggetti da collezione e, soprattutto, libri, dischi in vinile e memorabilia musicali.

Se volete acquistare la collezione dei 45 giri originali dei Beatles o, più semplicemente, foto autografate originali (e certificate) di Mick Jagger, Portobello Road è il posto giusto.

Mercatini delle pulciNon mancano manifesti d’autore, locandine cinematografiche, tavole di fumetti importanti, giocattoli in latta e legno, strumenti musicali.

A tutti gli effetti, si tratta di un mercato “alternativo” al classico antiquariato, dedicato ad un target giovanile e spigliato, nel quale ci si può recare senza avere un’idea precisa di ciò che si vuole acquistare.

Una visita è però d’obbligo, anche solo per comprare un piccolo e piacevole ricordo della città, da mettersi in tasca o nel borsello.

Data la confusione, è sempre necessario fare attenzione ai borseggiatori ed è meglio non indossare gioielli e orologi di valore (e tenere ben stretto il portafogli).

Indirizzo: Portobello Road Greater – London Apertura: solo il sabato, dalle 8.30 alle 19.00

Flohmarkt in Mauerpark – Berlino

Tappa fondamentale per qualsiasi visitatore di Berlino, il Flohmarkt è stato realizzato negli anni ’70 in posizione strategica, al confine tra la vecchia Berlino Est e quella Ovest, prendendo il posto del Muro tra i quartieri di Prenzlauer e Wedding.

Il livello degli oggetti che si possono acquistare è medio-basso, adatto quindi a chi possiede budget limitati, ma ci si può trovare di tutto, dai mobili in stile art-déco alle vecchie macchine fotografiche Leica, Rollei e Zeiss-Ikon con ottiche straordinarie, veri gioielli meccanici di precisione, ancora perfettamente funzionanti.

Mercatini delle pulciMolto materiale esposto sulle bancarelle proviene proprio dalla Germania Orientale, nella quale si producevano oggetti in vetro, cristallo e acciaio di grande pregio, con un design generalmente minimalista, che si stanno rivalutando sul mercato.

Non mancano divise e accessori militari, ventilatori a pale, frigoriferi a gas, stufe a legna, cappelli, berretti e guanti di montone, contenitori di alluminio per il latte, insegne e cartelli stradali, monete e banconote e tante altre amenità appartenute alla DDR.

Se si vuole tornare a casa con una testimonianza originale del recente passato, un salto al Flohmarkt è d’obbligo, anche per poter respirare un’aria d’altri tempi, con le memorie reali di un paese che non si è mai aperto al turismo.

Indirizzo: Bernauer Strasse 63 – Berlin Apertura: solo la domenica, dalle 8.00 alle 18.00

Hallenflohmarkt An Der Arena – Berlino

È il più grande e meglio assortito mercato delle pulci al coperto di Berlino, quindi visitabile con qualsiasi condizione atmosferica.

Si trova vicino all’Arena, tempio dell’atletica, nella periferia nord della città, ma è facilmente raggiungibile con autobus e metro, e dispone di un grande parking per le vetture di privati.

Mercatini delle pulciNegli oltre 80 stand, sempre rinnovati nell’offerta di oggetti molto particolari e difficili da trovare altrove, si possono ammirare splendide macchine per cucire anni ‘40 e ‘50, arredi, mobili, lampade da soffitto e scrivanie in alluminio, acciaio e vetro, anche appartenenti a enti pubblici,

ministeri, caserme e ospedali della DDR.

Non mancano giocattoli di vario tipo, trenini elettrici su diorami, modellini di autovetture in scala, ricambi per auto e vecchie moto, abbigliamento vintage e “tecnico”, vecchie radio, microfoni, cannocchiali e strumenti di precisione.

Insomma, non è il posto giusto se si cerca un comò Chippendale!

Indirizzo: Eichenstrasse 4 – Berlin Apertura: sabato e domenica, dalle 10.00 alle 16.00

 

 

 

A cura di Paolo De Petris
© RIPRODUZIONE RISERVATA