Lago di Ginevra – dorati riflessi sull’acqua


Dalla principessa Sissi, a Freddie Mercury, da Michael Schumacher a Charlie Chaplin: le rive del lago Lemano, più noto, forse, come Lago di Ginevra, sono da sempre meta di personaggi del jet set internazionale.

E in effetti Losanna e la vicina Montreux sono due piccoli gioielli racchiusi nel cuore verde della Svizzera, meta ideale per un fine settimana di shopping e buona gastronomia, magari in vista del Natale.

Entrambe le cittadine, infatti, da fine novembre sono animate da vivaci e pittoreschi mercatini e da tante iniziative legate al Natale.

Lago di GinevraLa posizione di Losanna – capoluogo del Canton Vaud – è molto pittoresca: tra il blu del lago e il verde delle colline, dunque, non c’è da stupirsi se il Comitato Internazionale Olimpico (CIO) ha impiantato qui la sua sede, dal 1914.

Sulla sponda francese, proprio di fronte, s’innalzano imponenti le Alpi Savoiarde, tanto prossime che sembra di poterle toccare allungando la mano.

Il centro storico, costruito su tre colline, è dominato dalla cattedrale, una delle opere più importanti in stile primo gotico della Svizzera, mentre le vie commerciali si sviluppano attorno ad essa e nel quartiere portuale di Ouchy, sul lago.

Sin dal 1405, una guardia sorveglia la città dalla vecchia torre, evitando i pericoli degli incendi ed ancora oggi annuncia le ore gridando dalle 22.00 alle 2.00 del mattino la frase: “ Sono le… e tutto va bene!”.

L’unica «metro» della Svizzera unisce i quartieri cittadini di Losanna ed agevola gli spostamenti nella città collinare, peraltro in modo del tutto sostenibile, visto che ha un meccanismo meccanico su ruote, quindi ad emissioni zero.

Se vi trovate nella zona dell’isola pedonale, fate un salto nella pittoresca Rue du Bourg, dove si trova la pasticceria Blondel. Il negozio risale al 1850 e le tecniche e le tradizioni sono ancora vive dopo ben 150 anni. Vi troverete più di 120 varietà di cioccolato preparato a mano.

Il romanticismo del Lago di Ginevra

Il lago Lemano è senza dubbio un compagno eccezionale per avventure ed escursioni. Oltre alle corse turistiche ordinarie, è possibile anche compiere delle originali gite partendo dal porto di Ouchy, con battelli ad energia solare.

Lago di Ginevra

Queste imbarcazioni ecocompatibili conducono i loro passeggeri in gite romantiche e a tema con l’accompagnamento di dolci onde e del sole splendente, o possono addirittura essere usate per recarsi al lavoro.

È anche possibile noleggiare gli Aquarel a ore o a giorni. Su richiesta, l’equipaggio prepara cestini da picnic e serate a tema.

Un altro percorso molto suggestivo da fare sul lago è quello del battello Belle Epoque, che da Losanna va al Castello di Chillon, vicino a Montreux. A bordo si respira un’aria rètro e lungo il tragitto è possibile ammirare il paesaggio del lago, da una posizione romantica e suggestiva gustando, magari, una deliziosa fonduta.

Tra sport e cultura

Affacciato sul lungolago sorge il Museo Olimpico, una tappa obbligata per chi visita Losanna.

Grazie al percorso espositivo, moderno e interattivo, si ripercorre la storia delle olimpiadi dall’antica Grecia ad oggi, si dà risalto a come sono stati ripensati i giochi nel mondo moderno e poi si comincia a scoprire e ricordare le varie olimpiadi, dal 1936 ad oggi.

Si possono vedere le diverse fiaccole olimpiche, le medaglie, i gadget, i vestiti della cerimonia di apertura.

Lago di GinevraMolto emozionante il filmato che riassume le diverse aperture olimpiche con le s late degli atleti, le performance dei ballerini e acrobati, i vari giuramenti di atleti e arbitri e gli immancabili fuochi artificiali.

Bella ed istruttiva è la parte dedicata all’alimentazione degli atleti e a quella che mostra come sono cambiati materiali e vestiti sportivi nel corso del tempo.

Interessante è anche il parco adiacente, immerso nel verde, con una cospicua raccolta di statue attinenti alle varie discipline sportive.

Ma Losanna ha tanto da offrire anche agli amanti della cultura: la Collection de l’Art Brut al Castello Beaulieu, la Fondazione dell’Hermitage, il «Musée de l’Elysée» dedicato agli appassionati di fotografia, il Museo della Pipa e molti altri meritano di essere visitati.

Montreux, vacanze d’elite

Lago di GinevraPoco lontano da Losanna si trova Montreux, una cittadina altamente vocata al turismo di élite dove hanno vissuto persone del calibro di Lord Byron, Charlie Chaplin, Igor Stravinsky, Freddie Mercury – a cui è dedicata persino una statua.

La vocazione musicale del luogo è ribadita anche dal celebre Montreux Jazz Festival, che ogni anno accoglie migliaia di appassionati.

Una curiosità: la canzone “Smoke on the water”, dei Deep Purple è stata scritta proprio qui.

È bello fare una passeggiata lungo il lago, tra alberi esotici e bellissimi fiori; poco lontano, i vigneti di Lavaux sono stati classi cati patrimonio culturale dell’Unesco nel 2007.

Da non perdere è la visita al castello di Chillon, costruito su un isolotto roccioso sul lago di Ginevra e occupato per ragioni strategiche sin dall’età del bronzo.

Il castello attuale, che risale al XIII secolo, fu costruito dalla famiglia dei Savoia per controllare il passaggio lungo il lago di Ginevra. Jean-Jacques Rousseau ambientò nel castello una scena del suo romanzo Nouvelle Héloïse (1762).

Lord Byron venne incuriosito dalla visita del castello e vi trovò l’ispirazione per scrivere il Prisonnier de Chillon (1816) che racconta le sofferenze di François Bonivard (1493-1570), priore imprigionato per le sue posizioni anti Savoia.

La visita del castello, recentemente rinnovato, permette di ammirare la prigione, le sale da ricevimento, le cappelle private, gli appartamenti, le armi antiche ed i camminamenti di guardia. Il fascino del Castello di Chillon è tuttora intatto: accoglie annualmente più di 300.000 visitatori di cui 75% sono stranieri.

 

 

 

A cura di Francesca Pierpaoli
© RIPRODUZIONE RISERVATA