Cortina – stile glamour d’alta quota


Quando si parla di Cortina, il paese del Veneto che ha dato i natali allo sciatore Kristian Ghedina e a molti alpinisti famosi, si pensa subito ad un luogo di vacanza esclusivo, ad una cittadina un po’ snob e inavvicinabile per molti portafogli.

La vita mondana, però, è solo una faccia del paese delle Regole d’Ampezzo. Infatti, ammirando le vette circostanti si capisce bene quale sia la vera ricchezza di questa località e perché molti grandi nomi della montagna siano originari di qui!

Cortina è il cuore pulsante delle Dolomiti, circondata a 360 gradi da vette splendide come le Tofane, il Cristallo e il Pomagagnon. Tutti i maggiori gruppi montuosi che circondano la cittadina, infatti, sono Patrimonio dell’Umanità Unesco e questo ne fa un luogo ideale per vivere l’eccezionalità universale con paesaggi unici.

Cortina

I sistemi 1 (Pelmo-Croda da Lago) e 5 (Dolomiti Settentrionali) fanno da corona a Cortina ma anche da interfaccia fra gli altri sistemi dolomitici circostanti.

Un laboratorio a cielo aperto, insomma, frequentato da più di 150 anni da generazioni di scienziati e studenti, dove sono nate molte teorie fondanti le scienze della terra.

La Carta di Cortina

Un patrimonio che verrà tutelato in modo ancora più stringente grazie alla Carta di Cortina, documento con cui la nota località delle Dolomiti si impegna nella sostenibilità e nella riduzione dell’impatto ambientale degli sport invernali, in vista dell’assegnazione dei Mondiali 2021.

Obiettivo di questa “carta” è rafforzare un modello di sviluppo turistico green, fondato sull’efficienza nell’uso di risorse come acqua e suolo, sulla limitazione delle emissioni e dei costi energetici, sulla eliminazione degli sprechi e sull’educazione ambientale, a partire dalle scuole.

Gli sport invernali”, commenta il sindaco di Cortina, Andrea Franceschi, “sono un settore fondamentale per la nostra economia e per tutte le Dolomiti, ma lo sviluppo in ottica 2021 deve coincidere con il rispetto di questo straordinario contesto ambientale e paesaggistico come le Dolomiti Patrimonio dell’Umanità. Sarà fondamentale coinvolgere istituzioni, comunità locali e soprattutto le scuole e, contestualmente, incentivare e facilitare le aziende”.

Il documento, firmato a gennaio dal ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti, è stato presentato a ne maggio a Cortina, e ha riscosso molti consensi.

Cortina

Afferma il ministro Galletti: “Questa Carta segna l’inizio di un percorso importante verso i Mondiali del 2021, ma va oltre quel traguardo, perché vuole portare Cortina ad essere un’eccellenza in campo ambientale. Nella Carta abbiamo identificato 12 punti forti per vincere la sfida del turismo ambientale, ed è indispensabile che venga tradotta velocemente in azioni: abbiamo un brand vincente, un forte coinvolgimento che va dagli amministratori ai cittadini, un’attrattiva naturale straordinaria. La sfida è alta: non solo Regina delle Dolomiti, Cortina deve essere anche Regina della Sostenibilità”.

Ma non si tratta dell’unica iniziativa importante che coinvolge la Regina delle Dolomiti.

Infatti, in un mercato turistico in perenne rinnovamento, Cortina afferma il proprio carattere anche attraverso i linguaggi contemporanei.

Cortina, un brand a tutta tecnologia

Il primo è la nascita del brand dedicato alla località: si tratta di una nuova linea di prodotti a marchio Cortina per promuovere la cittadina e le sue eccellenze, in Italia e all’estero.

Il brand, identificato con il simbolo iconico dello Scoiattolo Rosso, grazie al progetto di Cortina

Marketing, impronta una linea di prodotti di qualità food e non food, dalla birra all’abbigliamento.

È possibile scoprirli e acquistarli presso il nuovo Cortina Store, in Piazza Roma 4.

Sotto l’insegna dello Scoiattolo Rosso trovano posto diverse eccellenze gastronomiche e prodotti tessili e gadget con grafiche che evocano la storia e la tradizione locali. A contraddistinguerli, la qualità delle materie prime, il richiamo al mondo della montagna in termini di bellezza ed esclusività, ma anche di stile di vita, che rende Cortina celebre universalmente.

L’altra iniziativa avviata per rinnovare l’immagine di Cortina è la nuova piattaforma web presentata all’ultima edizione della BIT di Milano.

CortinaIl sito web è stato progettato per essere full responsive ed emozionale, ricco di immagini e informazioni utili: infatti, è possibile visionare i dettagli informativi di tutte le realtà del territorio, geolocalizzate e visualizzabili sulla mappa, e seguire le principali novità e segnalazioni su Cortina grazie ad un blog e alla nuova web tv Cortina Channel.

Nuova anche la app, utilizzabile su Android e iOS, per scoprire eventi, strutture, ristoranti, date di apertura degli impianti e condizioni meteo. E, per un’esperienza da vivere con i propri occhi, c’è la webcam in centro e in alta quota.

Modi nuovi e tecnologici, insomma, che non fanno che confermare le molte anime e i numerosi riconoscimenti che sanciscono il suo ruolo di Regina dolomitica: Cortina, infatti, è l’unica località italiana a far parte di “Best of the Alps” e figura tra le otto stazioni sciistiche più belle d’Europa, al pari di Zermatt, o Kitzbuhel.

Inoltre, grazie alle sue piste, è stata nominata dall’Osservatorio italiano per il turismo montano la miglior località turistica di montagna in Italia.

Cortina, una cittadina glamour

Cortina sorprende sempre per la capacità di coniugare l’identità alpina al fascino del turismo internazionale: il silenzio del paesaggio e le conversazioni impegnate dei vernissage, gli scarponi da sci o da trekking e le decolleté dal tacco dodici, la tradizionale vita di montagna e la sfavillante vita mondana.

Se l’inverno è senza dubbio la stagione più importante, in estate Cortina diventa una palestra naturale alla portata di tutti: facili passeggiate per raggiungere cascate e laghetti alpini, vie ferrate, chilometri verticali per l’arrampicata, itinerari per la mountain bike e i famosi passi dolomitici per i ciclisti.

Cortina è attraversata anche da una delle ciclabili più panoramiche d’Europa, “La Lunga Via delle Dolomiti”.

Cortina3Le giornate estive sono lunghe, ma qui non esiste il tempo per la noia, perché si può scegliere tra una miriade di attività: il Parco Avventura per provare l’emozione di camminare sospesi tra gli alberi, il bike park per gli amanti del downhill, una partita a golf o a tennis, una camminata tra trincee e forti al Museo all’Aperto della Grande Guerra, una lezione di yoga all’alba, una golosa merenda in malga con prodotti locali.

Se si sceglie poi di prendere parte a uno degli eventi in programma nel ricco calendario estivo, davvero non ci si annoia mai.

E dopo una giornata carica di emozioni e di adrenalina, ecco altre imperdibili suggestioni: un aperitivo in un locale di tendenza, una passeggiata in centro tra le boutique di Corso Italia e le originalissime botteghe artigiane che nelle loro creazioni infondono tutta la sapienza e la perizia di antichi mestieri tradizionali, una cena tipica in uno dei tanti ristoranti o in rifugio per terminare in modo speciale la serata.

 

 

 

Testi a cura di Francesca Pierpaoli
© RIPRODUZIONE RISERVATA