The Design Book


The Design Book è un libro sempre attuale, che rappresenta uno standard nel suo genere.

Una mini edizione della serie Classici del Design, edita da Phaidon, offre al lettore una chiave di lettura
della storia del design presentando cronologicamente gli oggetti che hanno modellato la nostra società: dai
primi tentativi di associare funzionalità e bellezza nel XIX secolo, percorrendo l’estetica della macchina degli anni Trenta, l’arrivo della plastica e di nuovi materiali negli anni Cinquanta e Sessanta, fino ai «classici di domani» dell’ultimo decennio.

Gli oggetti raffigurati in questo volume includono i grandi classici creati da designer di fama internazionale, quali Breuer, Le Corbusier, Castiglioni, e tanti altri, ma anche pezzi di cui non si conoscono le origini come le mollette da bucato, il cavatappi, la sedia a sdraio, insomma tutte quelle cose che ormai hanno raggiunto la perfezione nella loro funzionalità a tal punto da non necessitare di alcun miglioramento.

The Design Book

Diamo uno sguardo a questo importante volume sfogliando insieme qualche pagina.

Un «classico del design» è un oggetto fabbricato industrialmente con un valore estetico che trascende il tempo. Rappresenta uno standard nel suo genere e, indipendentemente dall’anno dell’ideazione, è sempre attuale.

Gli oggetti di questo libro, tuttora in produzione, sono presentati cronologicamente: ciascuno su una singola pagina, con l’immagine in grande e una didascalia sintetica, opera di un esperto nell’ambito del design (gli autori sono più di cinquanta).

Questi brevi scritti forniscono un contesto storico, con dati essenziali sull’evoluzione dello stile, e una spiegazione del perché quel particolare design è importante e innovativo.

Il Libro

  • Titolo – The Design Book
  • Edizione italiana a cura di Anna Bissanti
  • Editore – Ippocampo
  • Pagine – 512
  • Prezzo – 18 euro