Frutteto in inverno: consigli utili


Tutti noi vorremmo avere alberi da frutto nel nostro giardino, non solo per i frutti estivi, ma anche per la bellezza della fioritura primaverile. Piantarli in inverno permette già dall’estate successiva di iniziare a raccogliere i primi frutti, risparmiando un anno sullo sviluppo delle piante.

FruttetoIl terreno ideale è di medio impasto, ha un ph neutro/acido ed è ricco di microrganismi.

Anche se alcuni fruttiferi resistono bene anche in terreni argillosi, leggermente alcalini, come per esempio alcune varietà di pero, melo e susino. Esistono varietà di fruttiferi che possono essere particolarmente sensibili alle malattie, in caso di osservazione di alterazioni dell’aspetto del fogliame o della pianta è consigliabile rivolgersi ad un esperto per identificare la patologia e trovare la cura. Evitare di mettere a dimora le piante troppo vicine tra loro.

Terminata la preparazione del terreno, arricchito con sostanza organica di cui molti fruttiferi sono golosi (stallatico in pellet, compost organico), si può iniziare la messa a dimora delle specie caducifoglie, meglio se in autunno inoltrato.

 Consigli utili per il frutteto

Se invece il frutteto è già presente…

  • FruttetoRaccogliere le foglie e allontanarle dal frutteto, le foglie possono essere usate per il compostaggio o, se malate, è consigliabile bruciarle.
  • Eseguire il trattamento a base di rame su tutti gli alberi da frutto esclusi gli agrumi.
  • Nelle zone più fredde proteggere il tronco delle piante più sensibili (fico, olivo, kiwi) con paglia o materiali isolanti
  • Distribuire concimi organici e, soprattutto nei terreni sabbiosi, utilizzare un fertilizzante a base di fosforo e potassio, meglio se incorporato al suolo con una leggera lavorazione. Concimi con azoto diminuiscono la fruttificazione favorendo la crescita della pianta.

 

a cura dell’Accademia Italiana del Giardino