Autunno rigoglioso


Sono tanti i lavori da far fare anche all’inizio della stagione fredda. È così che le piante restano sempre belle e danno il meglio di sé

PARASSITI

1 In questa fase è fondamentale fare in modo che le piante arrivino all’inverno, sane e ben nutrite, così da utilizzare al meglio queste condizioni al momento del risveglio primaverile.

È opportuno verificare bene e da vicino se ci siano parassiti di qualsiasi genere e, nel caso, identificarli e procedere con trattamenti specifici o chiamare un esperto perché li faccia per noi.

È sempre preferibile utilizzare prodotti a bassissimo livello di tossicità oppure effettuare una lotta integrata, argomento che tratteremo a parte in un’altra rubrica.

I VASI

Procediamo con la pulizia dei vasi da vecchie foglie e residui che possono essersi accumulati durante l’estate, evitando così di offrire riparo ad alcuni parassiti.

LA POTATURA

Possiamo poi effettuare delle potature leggere, dette anche di riordino, per conferire alle piante un aspetto omogeneo ed ordinato. Effettuare in questa stagione potature forti o di ritorno può essere pericoloso e controproducente.

LA CONCIMAZIONE

2Una leggera concimazione organica, magari in combinazione con una chimica, a basso contenuto di Azoto, è quello che serve in questo periodo. Sarà utile sia per la pianta che per il terreno o il terriccio di coltivazione, la pianta immagazzinerà sostanze di riserva mentre i microrganismi positivi che vivono nel terreno potranno moltiplicarsi e “digerire” sostanze utili alle radici.

L’IRRIGAZIONE

Non bisogna spegnere gli impianti d’irrigazione ma regolarli su una diminuzione del loro funzionamento o della quantità di acqua che apportano. Potranno essere spenti quando le giornate saranno corte e le temperature più rigide. In sintesi: pulizia, potature leggere, diminuzione (non sospensione) dell’irrigazione e nutrimento.