Castiglione della Pescaia: la fuga ideale del weekend


Spiagge meravigliose, ottimi vini autoctoni e scorci medievali affascinanti, questo è Castiglione della Pescaia. La Maremma è una delle zone più apprezzate del nostro Bel Paese, non solo dagli italiani, ma soprattutto dai visitatori che arrivano dal Nord Europa, in quanto l’abbinamento vino-mare e cultura-mare è una delle prerogative più richieste quando si organizza un weekend.

Per il quinto anno di seguito questo comune si è visto assegnare la Bandiera Blu e si trova al quarto posto della classifica dei flussi turistici in Toscana, dopo Firenze, Pisa e Montalcino.

L’alternativa a Castiglione della Pescaia è la fresca e ventilata Vetulonia, che si trova a una ventina di chilometri da Grosseto e deve la sua notorietà alla necropoli etrusca. È posizionata su una collina a 300 metri sul livello del mare e questo fa sì che il clima sia gradevole anche in estate. Questo borgo, inoltre, ha dei prezzi molto contenuti, soprattutto in autunno.

Il territorio e la sua storia

pescaia

Non mancano gli eventi e le iniziative in un luogo così ricco, l’Assessore al Turismo annuncia che i percorsi enogastronomici saranno intensificati e che partiranno proprio dal borgo medievale di Castiglione della Pescaia: un magnifico centro che conta circa settemila abitanti e il cui cuore è circondato da mura edificate nell’antichità dai pisani e dagli aragonesi. Ed è nel fulcro di questo piccolo villaggio, che si trovano interessanti edifici come la settecentesca Chiesa di Santa Maria del Giglio e la Chiesa di San Giovanni Battista, costruita duecento anni prima e la quale presenta un caratteristico campanile su torre circolare.

Intorno alla zona della pineta, polmone verde del sobborgo, soggiornano molti personaggi del cinema e della cultura, non solo italiani.

Tra le manifestazioni più famose c’è “Maremma che vini”, a cui partecipano moltissime eccellenze dell’enologia e della gastronomia legate a questo territorio, dai piccoli produttori di vino, formaggi e salumi, fino a quelle più grandi e importanti. Un forte contributo che ogni anno riesce ad allargare i confini turistici, facendo conoscere i prodotti di questa terra in tutto il mondo e non solo in estate.

mare

Per gli appassionati di sport uno dei più caratteristici percorsi da intraprendere se ci si trova a Castiglione della Pescaia, è quello che conduce a Cala Violina, così denominata in quanto si racconta che, attraversandola di mattina presto, suoni come uno strumento musicale. Si arriva alla splendida spiaggia tramite le “bandite”, ovvero un bosco riserva naturale per un tragitto di un paio di chilometri.

Il paracadutismo è un’altra delle attività che si possono svolgere sia d’estate, che d’inverno, in questo meraviglioso posto e se non bastasse, si può affiancare all’esperienza del paracadute, una splendida escursione nel Parco Naturale della Maremma, tra Talamone e Alberese, gustando, inoltre, il pescato a bordo delle barche.

castello

Per quanto riguarda le proposte di enogastronomia la scelta è vastissima. Ci sono ettari interi di terra che ospitano vigneti per il vino rosso, principalmente, ma anche per un ottimo Vermentino.

A Monterotondo Marittimo la degustazione di salumi e formaggi è d’obbligo, qui le aziende agricole aprono al pubblico, proprio per far assaggiare ai visitatori la qualità dei prodotti, mostrando la cura e l’attenzione impiegati per ogni passaggio della filiera, fino al risultato che arriva sulle tavole.

orto