Il relax comincia in hotel


In un noto albergo della riviera nord di Ancona, nell’ambito di una ristrutturazione generale dell’immobile, è stato ricavato al piano interrato un centro benessere ad utilizzo esclusivo degli ospiti della struttura. Il nuovo EGO Hotel di Ancona è il risultato di un globale intervento di ristrutturazione e risanamento di un edificio esistente, situato sul lungomare di Torrette e completamente smantellato ad eccezione delle strutture portanti e dei tamponamenti perimetrali.

5La ristrutturazione è stata seguita con successo dall’azienda Gramaglia. All’interno dell’albergo oltre alla mini idropiscina, trovano spazio un bagno turco, una sauna, due percorsi emozionali, di cui uno nella zona riservata ai trattamenti di coppia, una cascata di ghiaccio e una SPA con cromoterapia, bocchette idromassaggio aria/acqua ed effetto gayser. La struttura della mini idropiscina è interamente in cemento
armato ed è parzialmente interrata con lo sfioro posizionato su un tratto rettilineo adiacente ai lettini.
Al suo interno si possono distinguere quattro zone ben distinte: una zona relax, una zona idromassaggio, e una per i massaggi cervicali con getto a ventaglio e cannone. Tutti i giochi installati sono azionabili direttamente dal piano vasca e sono temporizzati grazie ad un logo installatoall’interno del quadro elettrico. Oltre a questo, il rivestimento interno della vasca è stato realizzato con piastrelle in pietra antiscivolo di colore grigio.

L’accesso è, poi, garantito da una scala in muratura delimitata da un mancorrente in acciaio inox per facilitarne la risalita. Frontalmente all’ingresso della piscina è stata posizionata una doccia ed una vasca lava piedi, come richiesto dalla normativa vigente nelle Marche. Quattro fari rgb a led illuminano la piscina creando atmosfere piacevoli e rilassanti.

Adiacente alla mini idropiscina è stato realizzato un locale tecnico con relativa vasca di compenso. L’impianto è formato da due filtri da 15 m³/h con tre pompe di ricircolo (una di riserva).

Per soddisfare quanto richiesto dalla normativa vigente nelle Marche ed UNI 10637 (D.G.R. 1403 del 2013) la disinfezione dell’acqua avviene grazie ad un pannello remontato con due pompe dosatrici, ph e cl/rx. Uno scambiatore di calore acqua/acqua, infine, permette di scaldare l’acqua fino ad una temperatura circa 32°. Nel locale tecnico è stato anche posizionato un impianto monoblocco per il trattamento e il ricircolo acqua della SPA.