Piccolo giardino segreto


Nato dalle ceneri di un vecchio orto e di un frutteto, uno spazio verde è stato ricreato con successo dal paesaggista Giovanni Ricca con rose, ortensie, iris e uno specchio d’acqua.

 

Se percorrendo il centro storico di una città si ha l’accortezza di guardare con occhio curioso, si possono fare delle vere piccole scoperte e gli angoli verdi sono fra le più inattese. Dietro portoni o vecchi muri capita che si nascondano piccoli lembi di terra dalle forme planimetriche irregolari e, spesso, sovrastati dagli edifici limitrofi. Uno di questi spazi dimenticati si è trasformato in un giardino segreto, ad opera del paesaggista Giovanni Ricca. Nato dalle ceneri di un vecchio orto e frutteto era ormai dimenticato e l’abbandono aveva aumentato quell’atmosfera che ha colpito e affascinato i nuovi proprietari. Le richieste al progettista furono poche e molto chiare: creare uno spazio principalmente da vivere con l’inserimento di una zona pranzo ed un parcheggio, intervenire con una linea progettuale che contrastasse con lo stile contemporaneo dell’abitazione. Le dimensioni ridotte e la forma a “elle” del lotto hanno suggerito l’idea di dividere lo spazio in partizioni più piccole, ognuna connotata da una funzione differente.

Lo spazio a diretto contatto dell’abitazione, ad esempio, è caratterizzato da una zona pavimentata per il pranzo estivo ed è sormontato da un pergolato in metallo e vetro. Una rosa “Mermaid” appoggiata al pergolato incornicia il giardino delle siepi di Bosso che reinterpreta in una versione contemporanea le più collaudate immagini classiche. Vialetti in pietra Luserna e ghiaia indirizzano lo sguardo e il passo verso altre aree, quali il parcheggio in ciottolo di fiume ombreggiato da un secondo pergolato di rose “New Dawn” e verso la zona più interessante e inattesa del giardino rappresentata da una stanza verde riflessa in uno specchio d’acqua. Questa stanza di forma rettangolare è, infatti, costruita e protetta da pareti verdi formate da Edera e Rose e consente, rifugiandosi al suo interno, di estraniarsi dal contesto.

Due aperture verticali nelle pareti permettono di osservare la vasca e tutto il mondo acquatico che vi regna: pesci rossi convivono con Ninfee, Thalie e Fior di Loto, mentre l’ossigenazione è garantita in modo naturale dalle piante ossigenanti e artificialmente da un gioco d’acqua realizzato con una scultura in ferro. Tante Ortensie, Osmanti, Iris e Acanti con volumi e prospettive creano l’illusione di spazi più ampi, mentre Peri da fiore, Cotogni e un grande Giuggiolo completano in verticale quell’armonia d’insieme necessaria alla buona riuscita di un progetto.

L'ARCHITETTO


Giovanni Ricca
Giovanni Ricca
Via Repubblica 16, 25026 Pontevico, Brescia
Tel. 030.930189 - cell. 3387350840
studio@giovanniricca.com
www.giovanniricca.com

LOCALIZZAZIONE DEL PROGETTO

OPERE E ARREDI


Fornitura piante
IDEA VERDE MASCHI
via Paolo Ferrari 3
26030 S. Marino di Gadesco
P. Delmona (Cremona)
Tel. 0372.838372
www.ideaverdemaschi.it

Fornitura e posa
pavimentazioni
APPIA ANTICA
via Mornico 73
24050 Palosco (BG)
Tel. 035.845247
www.appiaanticasrl.it
Realizzazione pergolati
e scultura in ferro
F.LLI GABBIANI DI CLAUDIO
E ALBERTO & C.
via Dosso 44 25026
Pontevico (BS)
Tel. 030.930436

Illuminazione
lampade
BEGA e CASTALDI LIGHTING
fornite da ERMES VILLA LUCI
Corso Garibaldi 20
26100 Cremona
www.ermesvillaluci.it