Casa di montagna a Courmayeur


Una residenza originale, confortevole e completa: per il relax in vacanza ma non solo nata grazie allo studio di ogni dettaglio.

Casa di montagna non significa solo legno massello e lana, tonalità calde e spazio per gli sci, ma può essere anche un luogo di ricerca architettonica e il progetto può seguire un percorso intrecciato con l’innovazione, considerata a 360 gradi, quindi relativa ai materiali, agli impianti, ai dettagli d’arredo e alle finiture.

È il caso del progetto Paillex, firmato da Fabrizio Gandolfo e realizzato a Courmayeur, centro montano di grande richiamo in Valle d’Aosta.

Nel dettaglio, si tratta della ristrutturazione di un edificio nella località Dolonne, un piccolo centro residenziale adiacente al centro storico di Courmayeur.

Qui, la scelta progettuale ha privilegiato segni forti come le pareti bianche, pure, immacolate.

Queste grandi superfici chiare vengono interrotte solo da elementi in vetro che trasmettono leggerezza grazie soprattutto alla loro caratteristica materica: la trasparenza.

L’interior design, coerentemente con le scelte strutturali, ha privilegiato una filosofia minimal, permettendo solo all’essenziale di arredare gli spazi ed escludendo decori superflui e tonalità incoerenti con le scelte cromatiche legate ai vari ambienti.

La collaborazione con Arte Rovere Antico, laboratorio specializzato nella lavorazione del legno, ha portato allo stesso obiettivo: creare un mood semplice e poco invasivo, ma al tempo stesso estremamente riconoscibile e in grado di garantire il comfort dell’abitare contemporaneo.

Tra stile moderno e classico la casa in montagna

Il progetto Paillex, infatti, rappresenta una sintesi molto ben riuscita tra l’accoglienza tipica delle case di montagna e lo stile moderno e ricercato delle abitazioni cittadine, dove la funzionalità è accompagnata da uno stile che invita al relax e al godersi la pace in casa.

Questo risultato è stato reso possibile anche grazie alla lavorazione particolare degli elementi d’arredo, quasi in ogni caso studiati e realizzati su misura, e dalla cura particolare riposta nei dettagli: porte scorrevoli con alternanza vuoto-pieno, ante realizzate ad hoc con pietra chiara di quarzite, piccoli particolari in acciaio e eleganti soluzioni in vetro.

Tutti dettagli che, affiancati allo studio compositivo delle geometrie in pianta e alla distribuzione funzionale degli ambienti, hanno portato alla definizione di una residenza originale, confortevole e completa: per il relax in vacanza ma non solo.

Lo studio di ogni dettaglio rende questa una casa adatta alla vita di tutti i giorni, dando risposte adeguate alle richieste contemporanee dell’abitare quotidiano.

L'ARCHITETTO


Fabrizio Gandolfo
Maison Fleur
Via Marconi, 4 11010 - Courmayeur (AO)
0165.848063
gandi@archicourma.com
www.archicourma.com/

LOCALIZZAZIONE DEL PROGETTO

OPERE E ARREDI


MATERIALI Legno invecchiato e antico in prima patina, Torreano Ceramiche Chatillon

CUCINA Dada – Hi Line Rigolio Arredamenti Cardano al Campo

ARREDI Su misura e in collaborazione con Arte Rovere Antico

IMPIANTIDB Courmayeur