Come progettare la veranda


La progettazione di una veranda in casa implica una modifica strutturale della fisionomia della casa, ma ricavarne una dal balcone o dalla terrazza della propria casa apporta un valore aggiunto all’immobile e ai momenti domestici. Nelle realizzazioni moderne delle verande gli spessori dei telai e l’ingombro d’insieme sono minime, dunque, i lavori non rappresentano un ostacolo.

L’unica cosa da scegliere se si vuole realizzare una veranda è il design. Chi abita in una casa unifamiliare non avrà particolari problemi, nel rispetto delle norme edilizie, a creare una veranda delle forme e dimensioni che preferisce.

Chi vive in appartamento, sotto questo punto di vista più penalizzato, le pratiche burocratiche sono articolate ed è necessario sottoporre la bozza del proprio progetto per la veranda al vaglio di tecnici e proprietari originari dell’appartamento. Per quanto riguarda il lato estetico, chiaramente, lo stile va a discrezione dei propri gusti, ma generalmente si cerca di scegliere materiali che si leghino bene anche al contesto dell’edificio e allo stile di costruzione dello stesso.

Veranda in legno

Il legno massello o lamellare permette di avere spessori funzionali e prestazioni molto alte, specialmente in termini di resistenza.

Il legno per la veranda, inoltra, chiama un abbinamento spontaneo e molto elegante con il vetro; i molteplici design presenti sul mercato per creare questo ambiente sono davvero affascinanti, capaci di creare atmosfere differenti a seconda delle diverse carattetristiche, sia della posizione delle finestre, sia del genere di legno impiegato.

Veranda in alluminio

Certamente una scelta che richiama un ambientazione essenziale, ma non per forsa fredda. I vantagg che offre una costruzione con questo materiale sono moltissimi, come:

  • peso della struttura contenuto;
  • strutture solide ma poco ingombranti;
  • facilità di lavorazione;
  • resistenza alla corrosione e all’usura.

La struttura della veranda in alluminio, però, va considerata in base al clima del luogo in cui si vive.  In ambienti troppo caldi o al contrario, molto freddi, tende a creare la condensa sulle vetrate, ma limitare questo piccolo difetto non è difficile. In commercio, infatti, si trovano gli infissi a taglio termico, in grado di limitare la dispersione del calore sia interno che esterno.

© Riproduzione riservata