Un’area giochi sul lungomare del litorale del Cavallino a Venezia


Nella penisola del Cavallino (VE), in partnership con Outdoor Solution (www.outdoorsolution.it), lo studio Viridis di Daniele Fecchio ha progettato un’area  giochi lungomare integrata nella duna tra due accessi alla spiaggia del Camping Village Dei Fiori.

Il lavoro si caratterizza per la sua integrazione con gli spazi circostanti, in un’area che prima era quasi marginale, ma di primario interesse per la sua adiacenza al mare. La conformazione longilinea dell’area ha fortemente motivato la nuova struttura curvilinea che ha potuto far percepire gli spazi senza punti focali e di confine.

Per questo, abbiamo pensato”, spiega l’Agrotecnico Garden Designer Daniele Fecchio, “di apportare del design alla contestualizzazione, utilizzando due materiali che si integrano bene come il corten e il legno”.

I contenuti che caratterizzano l’opera a verde sono sicuramente i terrazzamenti in corten integrati nella duna, inverditi con un tappeto di Cynodon sp. nella seduta e da un’aiuola di Rosmarinum officinalis ed Helichrysum italicum nelle parti alte tra le Tamarix gallica esistenti. Questo terrazzamento interagisce con un gazebo in metallo pensato come punto conviviale ombreggiato da rose banksiae in posizione centrale al contesto. Il terrazzamento verso ovest, aumentandone il numero di gradoni, muta in piccolo orto botanico con alcune piante che caratterizzano specie erbacee tipiche dell’ambiente littoraneo.

Sono stati riqualificati i due accessi al mare, apportando tra la nuova struttura dei sentieri in legno, in ciottolino stabilizzato e una rilevante presenza del verde. Sono stati progettati anche i cassonetti per la differenziata in corten con un design connesso all’opera a verde e lavorando con i colori che hanno contribuito sia in termini funzionali che di ambientazione all’area giochi.

Il confine con la viabilità interna è stato circoscritto da una staccionata a listelli ondeggiante sia in senso verticale che orizzontale, in un’aiuola di Pittosporum tobira e Quercus ilex, per poter garantire la sicurezza dei bambini e decorare fortemente l’area. Infine l’accesso al mare ha assunto importanza con due portali a spirale in listelli di legno con al centro due alberature di Koelreuteria paniculata.

© Riproduzione riservata